Come saranno le case del futuro? Ecco le più sostenibili

Come saranno le case del futuro? Sicuramente diverse da quelle che la maggior parte delle persone abita ora, perché più sostenibili. Ma avranno anche un’estetica diverse, che sarà funzionale alla loro missione. Se volete sapere in anteprima come saranno le case che abiteremo in futuro potete scorrere le seguenti immagini. 

jpg

jpg (1)

transactions-architecture

jpg (2)

jpg (3)

jpg (4)

L’architetto spagnolo Dionisio González ha infatti creati una serie di immagini artistiche dal titolo, Trans-action, che rappresentano le nostro dimore sostenibili del futuro.

In questa collezione, Gonzàlez non solo ha progettato case da sogno, ma ha cercato anche di mantenere una coesistenza pacifica con la natura. Queste case avrebbero un impatto minimo per l’ambiente naturale. Una delle cose utilizzate per creare questa armonia è il fatto di incorporare pilastri in ciascuna delle strutture.

Ciò che rende i disegni impeccabili è il suo usare forme semplici per costruire modelli molto dettagliati e strati. La maggior parte delle persone possono avere problemi immaginando quello che sarà vivere in una di queste case moderne ma chissà, un giorno potrebbe essere lo standard abitativo.

Come si può osservare nelle foto questo artista e architetto spagnolo possiede un raro talento nel combinare gioia infantile e creatività all’interno di un design strutturale incredibilmente sofisticato. Questo gli permette di sognare strutture semplici nella loro composizione, ma più complesse quando si tratta dello loro forme interne.

jpg (5)

jpg (6)

jpg (7)

jpg (8)

Trans – Actions è solo l’ultima serie della serie da lui prodotta e si concentra sull’architettura sostenibile. “Queste strutture insolite offrono spazio per stare soli, luoghi di lavoro, osservatori mobili, strutture idrauliche e portanti” scrive l’autore.

I disegni possono essere molto diversi tra loro, ma hanno una cosa in comune: essi si basano tutti sulla presenza di pilastri o altri edifici di supporto per ridurre al minimo le interferenze con il paesaggio naturale, secondo il disegno originario.

Gonzàlez ha incorporato elementi di novità come parte integrante del fascino della dinamica di continua creazione e distruzione, in un ciclo naturale del mondo che arriva fino ai tempi attuali.

Via | lifebuzz

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.