Lo Yen Giapponese

Lo Yen Giapponese è la terza moneta al mondo quanto a volume di scambi. Lo Yen ha una presenza internazionale molto più ristretta rispetto al Dollaro e all’Euro. Lo Yen ha un’ottima liquidità in tutto il mondo, praticamente su tutti i mercati 24 ore su 24.Fu introdotto dal governo Meiji nel 1872 in un sistema monetario simile a quello europeo; lo yen sostituì il sistema monetario eccessivamente complesso del periodo di Edo. La nuova legge monetaria del 1871 introdusse un sistema di suddivisione decimale; la valuta viene così suddivisa: yen , sen (1/100), e rin (1/1000)

La naturale “domanda” di moneta Yen per il trading è concentrata soprattutto in mezzo al “Keiretsu” giapponese, il complesso economico e finanziario giapponese.

Lo Yen è molto sensibile alle sedute positive dell’indice Nikkei, la Borsa giapponese, ed è sensibile anche al mercato immobiliare. Il tentativo della Banca centrale giapponese (Bank of Japan) di suddividere in due diverse “bolle” questi due mercati, ha avuto un effetto negativo sullo Yen, anche se questo impatto è stato di breve durata.

Per molto tempo lo yen è stato ancorato al dollaro: 1 dollaro statunitense = 360 yen dal 25 aprile 1949, fino al 1971 data in cui gli accordi di Bretton Woods furono risolti ed il valore dello yen cominciò a fluttuare. A partire dal settembre 2011, servono circa 76 yen per acquistare un dollaro statunitense, circa 103 yen per un Euro, e circa 117 yen per una sterlina inglese. Dopo gli accordi del Plaza del 1985, lo yen si apprezzò sul dollaro

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.