Twitter vs Facebook

La novità insidia il social per eccellenza. Sono complementari? Possono coesistere? Senza stabilire il migliore tra i due, ecco un confronto tra Twitter e Facebook.

Twitter e Facebook sono attualmente i due social network più apprezzati e seguiti dalla gente.

Una comparazione tra i due non vuole stabilire gerarchie o preferenze ma nasce dal fatto che in molti forum si sono creati due schieramenti opposti. Sono tuttavia numerosi coloro che, di contro, sostengono che Twitter e Facebook possano coesistere e non accavallarsi in quanto hanno profonde differenze, essendo strutturati in maniera differente e proponendosi (almeno negli intenti) ad un diverso pubblico.

Un confronto tra Twitter e Facebook: caratteristiche

La prima, fondamentale, distinzione da effettuare per comparare Twitter e Facebook riguarda comunicazione e pubblico dei network.

Facebook è il social network per eccellenza sia per numero di iscritti che per la grandezza di pubblico. Il successo di Facebook.com è sicuramente dato dal fatto che è il miglior strumento al mondo per ritrovare vecchi amici, membri della famiglia, ex compagni di classe e nuovi amici online. Il tipo di linguaggio adottato è molto intimo in quanto su Facebook ci si mette a nudo dando particolari che solo noi conosciamo della nostra vita e le persone a noi care . Facebook è una specie di MySpace, anche se è una piattaforma più orientata agli adulti che ragazzi. In più i molti servizi di chat, messaging, caratterizzanti questo social permettono all’utente di avere una piattaforma completa per comunicare davvero a 360 gradi.

Twitter è la novità. A ben vedere si tratta di un social anomalo in quanto non è diretto a conoscenze di qualsiasi tipo. Al contrario, si rivolge a nicchie specifiche in base a settori/interessi e parole chiave. La comunicazione di twitter e molto simile a quella utilizzata quando si accede ad una grande festa o evento sociale in cui non si conosce la maggior parte delle persone presenti, si fa uso di un diverso stile di comunicazione più rapida ed incisiva; infatti in 140 caratteri si deve saper sintetizzare quello che si vuole comunicare.

In Twitter la privacy viene garantita dal fatto che i nostri dati non vengono resi pubblici se non lo vogliamo e la nostra pagina può contenere anche solo un sito/un argomento oppure un iniziativa dietro un nickname che servirà per distinguerci dalla massa nel corso dell’utilizzo di questo sito di micro‐blogging.

Commenti

Articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.