Nuovo concept yacht per Bernardo Zuccon

Il talentuoso architetto italiano Bernardo Zuccon le cui creazioni sono sempre riconoscibili per il design e le linee flessibili e modulari, presenta il suo ultimo concept yacht, il Discovery yacht a motore.

54 metri di lunghezza mossi da un motore di grande cilindrata il Discovery Yacht si caratterizza per delle soluzioni abitative che si concentrano sul proprietario, che qui diventa fulcro del rapporto fra interno ed esterno.

Questo yacht, che arriva dopo il Discovery da 46m, fornisce un’ulteriore conferma della ricerca fatta dal designer nel corso degli anni per rinnovare il rapporto tra architettura e nautica.

Imponente nelle dimensioni il Discovery si caratterizza per una vera e propria specializzazione nella gestione dello spazio, dividendo gli spazi sulla base di flussi diversi in diverse parti della nave, assicurando che il movimento dell’equipaggio non si sovrappongano con quelli dei proprietari e degli ospiti.

Le caratteristiche tecniche dello yacht sono sinonimo di eccellenza: 10,2 m di larghezza, 54 m di lunghezza, con uno scafo in acciaio e sovrastruttura in alluminio progettato per percorrere lunghe distanze a velocità di crociera di 12 nodi con autonomia di 4000 miglia.

Con i suoi tre ponti il Discovery colpisce l’osservatore con le sue linee che ricordando gli stili dell’architettura di terra e con una serie di soluzioni abitative originali come la veranda a prua, la cabina armatoriale sul ponte superiore e il ponte principale interamente occupato da spazi comuni per gli ospiti.

Il Discovery 54 m è progettato per ospitare fino a dieci ospiti in cinque suite. Inoltre, ci sono quattro junior suite sul ponte inferiore e una suite armatoriale sul ponte superiore, con una cabina che copre l’intera larghezza della nave.

Nel ponte inferiore, oltre alle cabine per gli ospiti e gli alloggi separati per l’equipaggio, un beach club con un lucernario lungo tutto il perimetro della piscina sul ponte principale in modo da poter essere utilizzato anche quando la nave è in viaggio

Il ponte superiore è interamente dedicato agli ospiti più esigenti e alla loro vita sociale vanta una piscina quadrata di circa 2,5 metri. Sul ponte principale una zona pranzo continua quasi ininterrotta che potrebbe essere considerato una sorta di giardino d’inverno.

Dalla master suite si accede direttamente ad una zona all’aperto con una lounge e un bar esclusivamente per i proprietari. Inoltre, una zona relax con bar, divani e un tavolo da pranzo grande più di 20 metri, che termina a poppa con un grande prendisole che può, se necessario, anche essere utilizzato come eliporto.

Via I Zuccon International Project

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.