Come creare e condividere cultura gratis grazie alla Sharing Economy

La cultura è uno degli aspetti più importanti dell’evoluzione dell’uomo. Senza di essa, non ci sarebbe stata forse neppure l’evoluzione. Nonostante questo sacrosanto assunto da cui nessuno si sognerebbe mai di dissentire, la cultura in molti stati del mondo resta oggi una delle meno importati voci di investimento all’interno di un ipotetico bilancio. 

La cultura viene quasi sempre posta dopo l’economia e l’industria perché troppo spesso viene considerata una attività che non produce un bene o un profitto immediato. Ma i suoi risultati sono risultati a lungo termine, e di ben più ampia portata. Per fortuna, a risollevare le sorti della cultura nel mondo, calcando nuove strade e nuovi modi di pensare, ci ha pensato, ancora una volta, la Sharing Economy, l’economia della condivisione, che ha trovato anche nella produzione cultura una fiorente via da percorrere.

library-849797_640

L’economia della collaborazione anche in questo difficile campo, sta tentando di scardinare una volta per tutte il pensiero tradizionale: quello ad esempio che ritiene l’investimento culturale il meno profittevole a parità di risorse investite o il meno sicuro. I primi progetti portati a termine hanno infatti dimostrare che con il sapere, teorico o applicato, è possibile non solo cambiare il mondo in meglio, ma anche generare grandi profitti.

Libri, film, musica. Oggi grazie alla Sharing Economy buona parte delle espressioni della cultura sono maggiormente accessibili e disponibili online e persino i progetti che non hanno trovato credito istituzionale o governativo hanno poi trovato credito presso le persone.

La Sharing Economy ha dunque insegnato al mondo intero che è possibile guadagnare anche con la cultura. Che il sapere si può e si deve condividere per risparmiare e che le opere del genio umano devono – o dovrebbero – essere accessibili a tutti. In rete, grazie ad internet.

Ecco quindi quali sono gli indirizzi più utili per condividere la cultura gratis, guadagnando o risparmiando attraverso le community online dedicate.

Come trovare fondi per la cultura

Tanti sono i siti che offrono ad esempio piattaforme di crowdfunding per progetti creativi. Tra quelle in inglese le più famose e conosciute sono le seguenti, ma ci sono anche diversi siti in italiano.

Kickstarter

kickstarter

Si tratta del più noto sito a livello mondiale per il reperimento di fondi online utili per finanziare progetti innovativi. La maggior parte di questi progetti ha uno scopo culturale. L’innovazione e la tecnologia sono molto presenti tra i progetti finanziabili. Il sito è in inglese e accessibile facilmente anche tramite mobile. Una delle sue caratteristiche principali è quella di scommetere sul risultato, decidendo in anticipo quale sarà il risultato della propria campagna: solo in questo modo si ottiene il finanziamento desiderato. Bisognare quindi essere modesti: www.kickstarter.com

Kickstarter: tutta la storia di una delle più famose piattaforme di crowdfunding

Indiegogo

indiegogo

Si possono trovare fondi online per finanziare un progetto creativo anche su questa piattaforma molto conosciuta a livello mondiale. I progetti proposti hanno una forte componente tecnologica. Il sito anche qui in inglese e si differenzia da quello precedente per alcune regole da seguire nello svolgimento della campagna. Questo sito ad esempio offre ai progettisti la possibilità di ottenere tutte le somme raccolte indipendentemente dalla cifra raggiunta. Il suo carattere e tratto distintivo è marcatamente indipendente fin dal nome. Il sito è in inglese:  www.indiegogo.com

Eppela

eppela

Questa piattaforma ha lo scopo di promuovere la cultura del crowdfunding in Italia. Sostuiene il “finanziamento dal basso” per premiare la legalità e la meritocrazia coinvolgendo la propria community. Insieme alla collaborazione di grandi aziende si favoriscono l’innovazione e la creatività italiane,  progetti scelti vengono cofinanziati per il 50% del loro budget. Si possono trovare libri, giochi e videogiochi di vario tipo in attesa di finanziamento. Su www.eppela.com

Bookabook

bookabook

Una community online per la condivisione dei libri ma anche per realizzare il più grande disegno di crowdfunding italiano dedicato nello specifico ai progetti editoriali. I libri sono al centro del business e la piattaforma mette in comunicazione sia chi vuole leggere – gli aspiranti lettori che vogliono leggere gratis – sia chi vuole pubblicare il proprio libro in maniera low cost, gli aspiranti scrittori. In italiano su www.bookabook.it

Innamorati della cultura

innamorati

Si tratta di una piattaforma di crowfunding culturale attraverso cui si possono, dal basso, finanziare progetti culturali di diverso genere, anche quelli che non troverebbero grande appoggio nelle istituzioni: mostre, spettacoli teatrali, ricerche, libri. Per tutti coloro che sono innamorati della cultura e vogliono sostenerla o hanno un progetto da proporre si tratta di un luogo per sostenere la cultura e produrla a vantaggio di tutti. Il sito è in italiano: www.innamoratidellacultura.it

Musicraiser

musicraiser

Se si vogliono finanziare progetti per la musica o si vogliono trovare i soldi per un proprio progetto musicale la piattaforma su cui registrarsi è questa, con il suo sito in italiano e ampie descrizioni di tutti i progetti e gli eventi in programma. E’ idele pe i giovani interpreti, i cantautori e i gruppi emergenti, che possono qui trovare lo spazio e la visibilità di cui hanno bisogno. Dai cd, ai dischi, ai live su www.musicraiser.com/it

Come guardare i film gratis

Netflix

netflix

E’ una soluzione innovativa molto utile per coloro che vogliono noleggiare film. Con questa piattaforma, presto disponibile anche in Italia, si possono guardare serie TV e film quando si vuole e dove si vuole, persino da più device contemporaneamente. Il sito è tradotto in italiano: www.netflix.com

Come ascoltare la musica gratis

Spotify

spotify

E’ probabilmente la piattaforma online più conosciuta al mondo per lo streaming musicale. Si può condividere la propria playlist con altri utenti e ascoltare la musica altrui. Il tutto in maniera gratuita. Si possono infatti ascoltare i propri brani preferiti, scoprire le nuove uscite o riprodurre la musica che si ama. Il sito è in italiano e ha anche una versione Premium a pagamento: www.spotify.com/it

> Vai allo speciale sulla Sharing Economy

> Sharing Economy: tutto quello che devi sapere

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.