Come battere il mercato

Ottenere maggiori risultati da i nostri investimenti è possibile. Per farlo bisogna investire da subito, in maniera continua e indipendente. Ecco alcuni consigli per capire come battere il mercato.

Le dispute teoriche in economia riportano da sempre pareri differenti in tema di mercato. Vi sono coloro che sostengono il filone accademico e considerano impossibile battere il mercato. Di contro, vi è chi segue un’altra linea di pensiero, molto più pragmatica e ottimista.

Nella prima delle due categorie troviamo il premio Nobel Harry Markowitz, fautore della teoria del portafoglio: Uno degli assunti principali del suo libro “Portfolio Construction”, uscito nel 1952, era che avere maggiori risultati dai propri investimenti era possibile a patto di aumentare la volatilità e, di conseguenza, il rischio. Riducendo il rischio, i profitti si sarebbero ridotti. La sua teoria del portafoglio era un viatico per ottimizzare gli investimenti, combinando i diversi strumenti finanziari per la miglior rendita possibile. Ma, in quanto a battere il mercato, il suo libro parlava chiaro: “Non c’è scampo, il mercato non si può battere”.

Come battere il mercato: gli investitori efficienti

Uno degli uomini più ricci del mondo, Warren Buffett, vanta una fortuna immensa e da sessant’anni ogni mattina riesce a battere il mercato. Il suo operato è tale da smentire le teorie dell’ottantaquattrenne economista di Chicago.

Ha dunque ragione Buffett?

Come battere il mercato: la gestione dei fondi

Asserendo che il mercato si può battere, la gestione dei fondi diventa un’impresa difficile. I fondi hanno commissioni tra l’1 e il 3% annuo e spesso i risultati sono peggiori degli indici di riferimento. Inoltre, scoprendo che il mercato può essere battuto, non sarà facile effettuare una serie di operazioni, in merito alle quali sono gli investitori a dover pagare le commissioni. I risultati? Anche in questo caso sono peggiori degli indici di riferimento. Parliamo di un regresso consistente, se si prendono in considerazione i costi assortiti.

Come battere il mercato: le operazioni indipendenti

Eppure battere il mercato è possibile. Ci sono due motivi per provarci:

Indipendenza delle operazioni: è opportuno interessarsi a società che, in base agli strumenti che abbiamo a disposizione, reputiamo tali da produrre buoni risultati. Niente conflitto di interessi, dunque. E nessun secondo fine.

Costruzione e managment del portfolio: Costruire e gestire il proprio portafoglio rispetto ai fondi è un’attività assai variegata. Ogni vantaggio nell’acquisto di titoli azionari va sfruttato. Teniamo sempre in mente la possibilità di comprarli quando sono sottovalutati.

In conclusione, è necessario investire da subito, in maniera continua, intelligente, con pazienza e senza mai rinunciare alla nostra indipendenza!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.