Come aprire un negozio online: tutto quello che devi sapere

Volete dedicarvi all’attività imprenditoriale e al commercio ma non sapete quale settore scegliere? Una soluzione intelligente potrebbe essere quella di lasciar parlare i dati economici e seguire le tendenze del momento. Anche in tempi di crisi economica esiste infatti un settore che ha continuato a crescere, sia nel nostro paese che all’estero. Si tratta del commercio online. Di conseguenza, potrebbe essere un’ottima idea quella di aprire un negozio online sulla base anche dei dati offerti dalle tendenze economiche dell’ultimo periodo. Secondo gli esperti non c’è stato in Italia infatti fenomeno più dirompente di quello del business via internet e ancora oggi si tratta di un settore in espansione.

Aprire una attività online o un internet shop è più semplice del previsto o di quello che si pensa, se si è deciso di mettersi in proprio e diventare imprenditore di se stessi. Inoltre questo tipo di attività, oltre a cavalcare un trend inarrestabile appoggiato anche da misure governative, presenta alcuni intrinseci vantaggi che l’hanno reso particolarmente amico di piccoli e grandi commercianti.

come aprire un negozio online

Ma come aprire un negozio online una volta che si è deciso quale direzione prendere? In questa piccola guida potete infatti trovare tutte le informazioni necessarie per aprirne uno, i consigli, i suggerimenti e le indicazioni normative a cui fare riferimento nel processo di apertura del vostro internet shop.

Come aprire un negozio online

Il mondo del commercio elettronico ha rivoluzionato il nostro mondo di pensare il settore del commercio, non solo per la sua straordinaria crescita ma anche per alcuni vantaggi che reca a tutti gli imprenditori che gestiscono questo tipo di attività.

Aprire un negozio online o un internet shop: vantaggi

Investire nell’e – commerce significa non andare incontro ad alcuni costi di gestione tipici di tutte le altre attività commerciali, delle attività fisiche, come ad esempio le spese relative al canone di locazione, quelle relative a servizi e alle utenze, come acqua e luce, quelle delle spese di pulizia e manutenzione, e la possibilità di raggiungere molti più clienti potenziali. Un negozio online può essere quindi una alternativa molto valida per riuscire a migliorare il reddito della propria attività, se ad esempio si possiede già un negozio avviato, semplicemente attivando un altro canale di vendita. Per arrivare a fare questo si dovrà però possedere, oltre a tanta intraprendenza e voglia di fare, un certo bagaglio di conoscenze burocratiche, tecniche e di web marketing.

Passando alla fase pratica, vediamo quindi cosa serve per poter avviare il proprio negozio online.

Come creare un negozio online

Per avviare il proprio internet shop si possono infatti seguire due diverse strade. La prima è quella di cominciare con una piccola attività, magari associando il proprio negozio ad altri siti più grandi di e – commerce come ad esempio la ben nota piattaforma di ebay, almeno per alcuni mesi, in modo tale da poter conoscere meglio il funzionamento dell’attività via internet e capire quale potrebbe essere il ritorno economico e il tasso di conversione da parte degli utenti.

Le conversioni sono il numero di azioni che gli utenti compiono sul vostro sito, che si possono concludere con un acquisto o meno, a seconda dei casi. Attivare un negozio online su ebay dovrebbe essere abbastanza semplice in quanto la procedura appare intuitiva per ogni tipo di utente, anche per coloro che sono poco pratici di computer.

Una seconda possibilità per avviare una attività di commercio su internet è quella di aprire una attività nuova su internet, magari facendo del proprio negozio offline un e – commerce per vendere in maniera più facile i prodotti che si hanno in magazzino. Le attività di commercio via internet si estendono a qualsiasi tipo di settore merceologico, a qualsiasi segmento di mercato. Si possono anche vendere prodotti confezionati e realizzati in proprio, a mano, a livello artigianale, oppure gestire prodotti che si è già organizzato e catalogato in magazzino. Per poter fare questo basterà disporre di una stanza libera a casa o un piccolo magazzino per poter gestire il proprio business e stoccare la merce di cui si ha bisogno. Per poter gestire al meglio la propria attività di commercio elettronico sarà poi necessario considerare gli aspetti burocratici, tecnici e promozionali della questione.

Come aprire un negozio online: norme e burocrazia

Per poter avviare una attività commerciale di questo tipo sarà ovviamente necessario seguire una serie di pratiche burocratiche e giuridiche, che serviranno a rendere legale e perfettamente in regola il vostro negozio online, sul fronte del fisco e del rispetto delle altre leggi italiane.

Come primo adempimento burocratico da espletare ci sarà quello quello di iscrivere la propria attività al Registro delle Imprese depositato presso la Camera di Commercio locale. Come secondo adempimento sarà invece necessario aprire la propria partita Iva – per fare questo potete anche farvi aiutare dal vostro commercialista di fiducia, il quale si occuperà di gestire anche la vostra posizione fiscale e reddituale più avanti – e notificare al Comune di appartenenza l’inizio dell’attività. La comunicazione in oggetto è in genere un documento digitale che deve essere compilato e spedito online seguendo la procedura dedicata. La procedura di comunicazione da seguire si chiama SUAP mentre la comunicazione in se stessa è anche chiamata Segnalazione certificata di inizio attività, cioè SCIA.

Riassumendo, quindi, gli adempimenti normativi e burocratici da portare a termine per aprire un negozio online o comunque una attività di commercio via internet sono:

  • la richiesta e l’ottenimento della SCIA – la Segnalazione Certificata di Inizio Attiità – dal Comune interessato
  • l’apertura della Partita Iva
  • l’iscrizione dell’attività al Registro delle Imprese della Camera di Commercio locale
  • l’iscrizione all’Inps – propria e di tutti i dipendenti che lavoreranno nell’impresa – nel settore commercianti
  • l’iscrizione all’Inail – propria e di tutti i dipendenti che lavoreranno nell’impresa.

Per la presentazione della SCIA alcune amministrazioni comunali possiedono un apposito modulo da compilare.

Come aprire un negozio online: aspetti tecnici

Per avviare un negozio online o una attività di e – commerce sarà necessario seguire gli aspetti tecnici della questione, che verte su quello che bisogna conoscere, da dove bisogna iniziare e con cosa iniziare. Per poter gestire una attività di questo tipo sarà necessario individuare in primo luogo una piattaforma online a cui associarsi, una piattaforma specifica pe l’e – commerce che dovrebbe supportare un minimo il linguaggio php e un database in cui inserire i prodotti in vendita, i quali dovranno essere organizzati in maniera funzionale alla vendita stessa. Si dovrà ad esempio consentire diverse opzioni di scelta multipla, permettere diverse modalità di pagamento o di scelta del prodotto, consentire la modifica e il reset del carrello e così via.

aprire negozio online

Oltre ad una efficiente piattaforma di e – commerce il vostro negozio online dovrebbe essere sviluppato secondo i principi dell’usabilità – in inglese usability -, applicando criteri grafici che favoriscano le azioni e le conversioni dei clienti – utenti secondo le regole della cosiddetta GUI – Graphic User Interface. Per realizzare questo tipo di infrastruttura software avrete bisogno di sviluppatori informatici abbastanza esperti del campo, ragione per cui questo tipo di lavoro potrebbe avere un costo che si aggira intorno ai 500 o 1000 euro al massimo. Se invece di un libero professionista decidete di rivolgervi ad una agenzia di sviluppatori i costi potrebbero essere anche un poco superiori, ma magari si potrà avere una migliore assistenza post – vendita e una migliore garanzia del prodotto nel tempo.

Come avviare un negozio online al meglio

Una volta che il vostro sito di e – commerce sarà online, dovrete pensare a farlo conoscere quindi a promuovere il vostro brand e i vostri servizi. Per fare questo avrete dalla vostra parte diverse soluzioni tipiche, come ad esempio i social network, la possibilità di legarlo ad un blog tematico molto seguito (ad esempio per uno shop online che vende abbigliamento l’ideale sarebbe un blog di moda), fare article marketing e applicare i principi del SEO – Search Engine Optimization – l’ottimizzazione del sito al fine di incrociare il più possibile le ricerche degli utenti che navigano su internet e sottomettono query.

Per svolgere questo tipo di promozione – ottimizzazione potrete quindi affidarvi ai principi del web marketing, per cui si dovranno contattare degli appositi professionisti del settore, oppure ci si dovrà informare da soli su come aprire un blog collegato al vostro sito. Se ad esempio si è deciso di aprire un negozio online che vende telefonini, allora si potrà pensare di scrivere articoli che descrivono le caratteristiche degli stessi, li testino e li mettano a confronto gli uni con gli altri, anticipando novità e potenzialità dei prodotti.

Un’altra strada da percorrere è poi quella di affidarsi ad un aggregatore per negozi online, come ad esempio i famosi “Confronta prezzi” o Kelko che sono dei motori di ricerca specifici per il commercio online, in quanto i loro database raccolgono tantissimi siti di e – commerce e prodotti in vendita.

Ovviamente è anche possibile sviluppare una o più campagne di annunci, gratuiti o a pagamento, con l’avvertenza che i secondi potranno di certo avere più efficacia dei primi e per questi ultimi sarà ancora una volta preferibile affidarsi ad un bravo consulente web marketing. Se si vuole fare tutto in proprio si può scegliere altrimenti la strada più facile e impostare delle campagne di annunci con Google AdWord o Facebook.

Oltre a questi aspetti di promozione, per offrire un servizio completo ai propri clienti ci si dovrà occupare infine dell’assistenza, ovvero del customer management system, il cosiddetto CRM, che si esplica nella gestione dei clienti e di tutte le loro necessità e azioni. Si dovranno – potranno così seguire i propri clienti al fine di migliorare il rapporto con i loro movimenti sul sito, gli acquisti, i resi, le recensioni, i contatti e le altre comunicazioni. Chi gestisce questo tipo di attività online deve sapere che basta un solo click per perdere un cliente online, poiché, a differenza di un negozio fisico la concorrenza è molto agguerrita nel settore.

Aprire un negozio online: costi

Sulla base di quello che abbiamo indicato fino a questo punto, anche per avviare un negozio di e – commerce o un internet shop si avrà bisogno di disporre di un minimo capitale iniziale, il quale servirà per affrontare tutte le spese da mettere a budget.

 

negozio online

Le spese tipiche che ogni imprenditore dovrebbe inserire all’interno del proprio business plan per l’apertura di un negozio online sono le seguenti:

  • le sperse per l’acquisto dei prodotti da mettere in vendita – o del materiale per realizzarli se si lavorare con artigianato e prodotti hand made
  • le spese per la realizzazione della infrastruttura – la piattaforma di e – commerce e della sua gestione – e del suo mantenimento – manutenzione, costi di dominio e hosting
  • le spese relative alla gestione degli ordini e all’assistenza ai clienti – CRM
  • le spese relative alla promozione del sito e alle altre attività di web marketing
  • le spese relative alle pratiche burocratiche da completare.

Aprire un negozio online conviene? Quanto si guadagna

Non è facile dire quanto si può guadagnare con una attività di commercio online, un internet shop, perché non è facile fare delle previsioni. Certo è tuttavia che più sarà organizzato e frequentato il proprio sito, più si potrà aspirare a maggiori guadagni in base al volume delle vendite e alle conversioni dei clienti. Come abbiamo detto all’inizio, tuttavia, il business del commercio online è attualmente un business in costante crescita.

Come aprire un negozio online in franchising

Una possibilità sempre valida, quando si parla di commercio, è quella di aprire la vostra attività in franchising, cosa che vi permetterà di risparmiare sull’investimento iniziale e di conoscere meglio il settore di riferimento se siete inesperti del campo. Anche in questo caso è infatti possibile aprire un negozio online in franchising dopo aver deciso il settore di interesse, cercando online il franchisor che fa al caso vostro. Per trovare delle interessanti opportunità di business si possono svolgere delle ricerche online e confrontare le offerte.

Quella del franchising è una soluzione imprenditoriale alternativa al fai da te che in molti ambiti ha offerto e continua ad offrire interessanti soddisfazioni economiche. Grazie a questa formula un imprenditore alla prime armi può infatti avere il vantaggio di una consulenza costante nel processo di apertura della propria attività online oltre alla possibilità di sfruttare tutto il valore e l’esperienza di un marchio già affermato.

Per poter conoscere i maggiori franchisor che offrono questo business è sufficiente effettuare delle ricerche online attraverso i principali motori di ricerca e confrontare le diverse offerte, stando ben attenti a valutare l’impatto di royalties e fee sulla gestione della propria attività. Infatti il franchisee è tenuto a valutare attenuante il peso delle fee di ingresso nella catena prima di prendere una decisione o le percentuali richieste sulle vendite da versare periodicamente al fornitore.

Come aprire un negozio online: agevolazioni economiche, aiuti e finanziamenti

Anche nel caso dell’apertura di una attività online, di uno shop via internet, il gestore – imprenditore può contare su una serie di agevolazioni economiche o eventuali aiuti e finanziamenti per superare il momento drammatico dell’investimento iniziale. Tra le soluzioni a disposizione vi sono ad esempio l’accesso ai fondi nazionali per la giovane imprenditoria – ad esempio Garanzia Giovani – o la richiesta di un prestito d’onore.

Commenti

  1. […] > Come aprire un negozio online: tutto quello che devi sapere […]

    Rispondi
  2. […] > Come aprire un negozio online: tutto quello che devi sapere […]

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.