Come aprire un solarium: tutto quello che c’è da sapere per avviare un centro abbronzatura

È uno dei più grandi miti dei nostri anni ’80. Ma dopo aver invaso il campo della moda e della pubblicità, si è a pieno diritto ritagliato anche un posto fisso all’interno della società di massa. Stiamo parlando dell’abbronzatura, una tendenza che oggi dai dettami dell’estetica è passata all’interno della cultura generalizzata del benessere psico – fisico. Avete mai pensato quindi di aprire un solarium o un centro abbronzatura? Di pari passo con la rinnovata attenzione per la cura del corpo, la moda dell’abbronzatura, realizzata su misura nei centri estetici, è oggi in crescita e sempre più persone hanno il desiderio di anticipare la tintarella estiva con un salutare colorito sempre più accessibile e sicuro.
Molte sono infatti le persone che oggi preferiscono frequentare i solarium e i centri abbronzatura per ottenere il colorito che desiderano, sia d’inverno che d’estate, tanto che il settore ha goduto di una lunga fase di crescita attraverso tutti gli anni 90 e gli anni 2000, ed è ora in fase di stabilizzazione. Potrebbe non essere una cattiva idea economica, quindi, per chi vuole intraprendere una attività imprenditoriale e investire, aprire un centro abbronzatura. Un’idea vincente potrebbe essere ad esempio quella di differenziare l’offerta, in modo da garantirsi un migliore margine di business e di guadagno.

aprire un solarium

Se ti interessa questa attività, in questa piccola guida abbiamo raccolto tutte le indicazioni normative, i consigli più utili e le indicazioni più efficaci per aprire un solarium – centro abbronzatura e farlo diventare il tuo  business di successo.

Come aprire un centro abbronzatura

Vediamo cosa serve per aprire un solarium o un centro abbronzatura. Iniziamo col dire che i macchinari che si usano all’interno di questi centri sono piuttosto costosi e sofisticati, ragione per cui l’apertura di un centro potrebbe richiedere anche un cospicuo investimento iniziale, pari a circa 100 mila euro. L’investimento iniziale può variare molto sulla base del servizio che viene offerto. Dovrebbe però sempre trattarsi di un servizio di qualità perché l’abbronzatura è qualcosa che deve essere amministrata in base a precisi parametri, come quello del colore della carnagione, dell’età e dei tempi di esposizione.

Aprire un solarium: requisiti

Per aprire il vostro solarium avrete in primo luogo bisogno di uno spazio in cui esercitare la vostra attività. Potrà trattarsi di un fondo commerciale o di un piccolo appartamento. Sia nel primo che nel secondo caso il locale o l’immobile possono essere presi in affitto, sottoscrivendo un contratto di locazione, oppure acquistati, comprando una nuova proprietà immobiliare. E’ possibile inoltre utilizzare una proprietà che appartiene già al proprio patrimonio – la scelta più economica e preferibile, anche se ci saranno dei piccoli lavori di ristrutturazione e di messa a norma da compiere.

Perché un centro estetico o un solarium possa diventare una attività di successo, sarà necessario che venga posizionata in un luogo facilmente raggiungibile dalle persone e con facilità di parcheggio, perché i trattamenti solari possono durare anche più di mezz’ora. Scegliete quindi bene la collocazione della vostra attività, preferendo un posizionamento non troppo lontano dal centro cittadino o in zone ben servite dal trasporto pubblico.

Aprire un solarium o un centro abbronzatura: norme e burocrazia

Proprio perché quella dell’abbronzatura confezionata su misura non è una attività che si può improvvisare, all’interno di ogni solarium deve essere presente per legge un responsabile tecnico in possesso delle competenze necessarie a gestire il servizio, informando i clienti sulle modalità del trattamento che andranno ad eseguire. Per poter aprire un centro estetico sarà quindi necessario avere almeno il diploma da estetista, richiesto anche nel caso si voglia aprire un centro estetico. Il diploma è in questo caso l’attestazione della qualifica professionale.

Come aprire un centro estetico: tutto quello che devi sapere

Il titolo di estetista professionista si può ottenere frequentando un apposito Corso Regionale della durata di due anni, seguito da un corso di specializzazione di un anno tenuto da una scuola riconosciuta dalla Regione o da un’altra estetista professionista. Se non si vuole prendere la qualifica ci si può sempre rivolgere ad una persona qualificata e chiederle di entrare in società con voi – anche se questa soluzione potrebbe comportare costi maggiori che nel primo caso e maggiori rischi per la vostra azienda.

La legge richiede, tra le pratiche burocratiche necessarie, anche la certificazione periodica da parte di un elettricista iscritto all’albo sul buon funzionamento dell’impianto elettrico, in quanto per i macchinari in utilizzati nei solarium è richiesto un voltaggio particolare. Il certificato in questione verrà concesso dall’Enel in seguito alla verifica di idoneità degli impianti. Contestualmente sarà anche pagata una cauzione.

Oltre a questi requisiti e a queste pratiche, gli adempimenti che in genere sono necessari per aprire un solarium così come nel caso dell’apertura di un centro estetico sono i seguenti:

  • l’iscrizione dell’attività nel Registro delle Imprese depositato presso la Camera di Commercio locale
  • l’apertura della Partita Iva
  • la richiesta del nulla osta all’ASL.

Aprire un centro abbronzatura: quanto costa

Come abbiamo anticipato, l’apertura di un solarium potrebbe richiedere anche un cospicuo investimento iniziale, pari a circa 100 mila euro, che serviranno per acquistare i diversi tipi di macchinari utili ad erogare il servizio. Per quanto riguarda il tipo di macchinari da acquistare si tratta in genere di lampade facciali, lettini solari e docce solari, che verranno utilizzati a seconda delle esigenze dei clienti.

aprire un centro abbronzatura

Per quanto riguarda i costi e le spese digestione i macchinari utilizzati per l’abbronzatura artificiale, oltre al costo di acquisto, sono soggetti anche a periodici costi di revisione degli impianti. Periodicamente, infatti, le lampade solari devono essere revisionate da ditte specializzate che annualmente rilasciano un certificato sul loro stato di funzionamento. La normativa, se non rispettata, impone ai gestori anche sanzioni molto pesanti.

In generale, tuttavia, le spese da segnare in calce al vostro business plan, nella redazione di un piano di attività per la vostra azienda in fase di avvio dovrebbero essere:

  • il canone annuo richiesto per l’eventuale affitto o le spese per l’acquisto del locale
  • le spese per i contributi Inail
  • le spese per l’apertura e la registrazione dell’attività
  • le spese relative alle utenze utilizzate – acqua, elettricità, spazzatura
  • le spese per i contributi Inps che vanno da 3000 euro in su all’anno
  • (eventuale) le spese relative al corso di formazione, che in genere un prezzo che va dai 2000 ai 2500 euro
  • le spese relative al personale addetto e a quello delle pulizie
  • l’onorario del commercialista.

Aprire un centro abbronzatura: quanto si guadagna?

Quanto si può guadagnare aprendo un centro estetico o un solarium? Quello che in maniera particolare attrae i gestori di questi centri sono gli alti profitti che si possono realizzare. Una volta ammortizzati i costi iniziali, che possono anche essere ridotti se si acquistano dei macchinari in leasing, le uniche spese a cui far fronte sono quelle dell’elettricità, della manutenzione periodica e della pulizia dei locali.

La corrente elettrica però può incidere al massimo per circa 70 centesimi a seduta, un costo  decisamente compreso e ammortizzato all’interno del prezzo al pubblico del servizio stesso, che si aggira intorno ai 20 euro a seduta. Se ne deduce che con un solarium o un centro abbronzatura la redditività può arrivare anche al 1700 per cento. Si tratta dunque di una attività che, se ben gestita, può garantire ampi margini di guadagno.

Aprire un solarium: franchising

Una possibilità sempre a disposizione di coloro che vogliono avviare un nuova attività nel campo estetico ma non hanno tutto il capitale necessario all’apertura o non si sentono professionalmente pronti a fare il grande passo da soli, è quello di rivolgersi ad una soluzione in franchising.

Si tratta della possibilità di sfruttare la notorietà di un brand o di un marchio già noto, attraverso la soluzione dell’affiliazione ad una catena, per mezzo della quale si riceve anche consulenza costante e know how da parte del gestore.

Per aprire un solarium franchising è necessario effettuare delle ricerche attraverso i principali motori presenti in internet per individuare il franchisor che si addice meglio alle proprie esigenze e, di conseguenza, confrontare i diversi contratti di affiliazione in merito al pagamento delle  royalties e delle fees da corrispondere, ovvero le tasse che di norma vengono richieste in caso di affiliazione, con cadenza una tantum – solo in fase di avvio – o periodicamente – esigibili anche come percentuale sui servizi erogati.

Aprire un solarium o un centro abbronzatura: aiuti, agevolazioni, finanziamenti

I costi di apertura di un centro abbronzatura sono abbastanza elevati, ragione per cui, se non si possiede tutto il capitale da investire nell’avvio di questa nuova attività, è possibile rivolgersi a soluzioni alternative come finanziamenti, aiuti e agevolazioni fiscali, concesse a livello nazionale o regionale.

come aprire un solarium

Per l’acquisto dei macchinari ci si può infatti rivolgere a prestiti statali agevolati e a fondo perduto oppure a prestiti d’onore concessi dagli istituti di credito. Come è noto i prestiti d’onore sono dei prestiti che vengono concessi sulla base di garanzie ridotte rispetto ad altri tipi di finanziamenti erogati dalle banche, a volte con un piano di ammortamento lungo o un tasso agevolato.

In alternativa si possono sfruttare i programmi nazionali per lo sviluppo della giovane imprenditoria e l’imprenditoria femminile, che propongono finanziamenti a tassi agevolati per progetti di auto imprenditorialità. In questo momento il Italia è ad esempio attivo il programma noto sotto il nome di Garanzia Giovani.

Per ottenere tutte le informazioni necessarie in merito ad agevolazioni e finanziamenti ci si può rivolgere al proprio commercialista di fiducia, alla Camera di Commercio locale o ancora alle associazioni di categoria eventualmente presenti sul territorio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.