5 cattive abitudini che portano al fallimento

Le vostre abitudini quotidiane definiscono chi siete. Siete praticamente quello che fate. Nelle parole di Winston Churchill: “Il successo non è definitivo, il fallimento non è fatale – è il coraggio di continuare quello che conta.” Se avete fallito qualche volta in passato, ma mai rinunciato, siete più forte di quanto pensate. 

Se avete fallito di recente e state considerando di lasciar perdere, non lo fate. L’ostacolo non è sicuramente definitivo. Ci sarà sempre una via d’uscita. Solo che non l’avete ancora trovata. Continuate a provare. Scoprite perché e come siete rimasti bloccati, e scavate in voi stessi per eliminare la battuta d’arresto temporanea.

chess-370556_960_720

Purtroppo, la maggior parte delle persone si rifiutano di fare qualcosa per migliorare i loro fallimenti. Alla fine, rinunciano ai loro sogni e smettono di lavorare su progetti che sono importanti per loro e continuano a sguazzare nel malcontento.

Ogni persona teme di fallire, vivendo è inevitabile, ma è la vostra risposta al fallimento che fa la differenza. Non si blocca. Tu non sei il tuo fallimento. Queste sono alcune delle tante abitudini che portano ad un fallimento garantito secondo The Entrepreneur – ed ecco cosa si può fare su di loro.

5 cattive abitudini che portano al fallimento

1. Non riuscire a programmare

Hai una migliore possibilità di successo nella vita se si dispone di un piano. Il tuo piano non deve essere perfetto. Il mondo reale non premia i perfezionisti, ma coloro che si danno da fare. Si deve sempre pensare a ciò che si vuole raggiungere e fare piani su cosa fare in futuro in qualsiasi momento nel tempo. I piani dovrebbero essere specifici, misurabili e limitati nel tempo. Un grande quadro completo si prepara per l’esecuzione. Non fare piani vaghi. Sarete inclini a procrastinare se il piano non è misurabile. Lavora con scadenze per risultati migliori e più veloci.

2. Avere paura di provare

“Ti manca il 100 per cento dei successi che non fai.” Wayne Gretzky non avrebbe potuto dire di meglio. Si possono fare progressi solo se si fa un passo. Superare la paura del fallimento è il primo passo verso il successo. Inizia ad affrontare le tue paure oggi. E fai anche il passo più semplice verso quello che devi fare. Ricordate il sogno che eravate troppo spaventati per inseguire? Non è ancora troppo tardi per fare un tentativo. Non perdere l’occasione di provare.

“Non importa quanti errori si fanno, o quanto lento si procede, si è ancora più avanti di tutti coloro che non stanno cercando.” – Tony Robbins.

3. Rinunciare troppo presto

Quanto perseveranti siete nel perseguire i vostri sogni e gli obiettivi personali nella vostra vita? Uno dei segreti più importanti del successo è imparare a conquistare i vostri dubbi. La maggior parte di noi rinuncia alla nostra passione troppo presto. Ogni persona di successo che conosciamo oggi ha una storia di perseveranza da condividere. Probabilmente non c’è esempio migliore di persistenza che la storia di Abramo Lincoln.

Ha fallito nell’attività commerciale all’età di 21 anni, ha perso una causa legislativo all’età di 22 anni, non è riuscito nel mondo degli affari di nuovo a 24 e ha perso una gara del Congresso quando ne aveva 34. A 45 anni ha perso una gara senatoriale. E ha fallito nel tentativo di diventare Vice Presidente quando ne aveva 47. Ma alla fine è stato eletto presidente degli Stati Uniti quando aveva l’età di 52 anni. Lincoln non ha mai smesso di tentare nonostante l’età. Avrebbe potuto rinunciato dopo diversi tentativi, ma ha inseguito la sua ambizione di assumere la più alta carica in America. Non vi è alcun sostituto per la perseveranza personale. Finché si sta ancora cercando attivamente dopo ogni fallimento, non si ha ancora fallito.

4. L’incredulità

Se non credete in quello che fai, ad un certo punto desisterete. Se non avete motivo di credere che sia possibile realizzare i vostri sogni o i vostri obiettivi, tutto lo sforzo che si sta mettendo in esso sarà sprecato. Le convinzioni inconsce della vostra mente giocano un ruolo significativo nella quantità di sforzo che mettete nel lavoro della vostra vita. In ogni lavoro. Se non vedete un risultato positivo, sarà necessario ulteriormente spronare voi stessi per arrivarci. Il vostro progresso dipende dalla vostra decisione di provare sapendo che riuscirete a superare i vostri fallimenti e a risalire sopra di loro.

5. Accampare delle scuse

Ci sarà sempre un motivo per cui qualcosa non può essere fatto. Le persone costantemente spiegano il motivo per cui non possono, non devono, non hanno il tempo, o semplicemente non avrebbero dovuto fare qualcosa. Quando si presentano delle scuse, si sta semplicemente dicendo: “Io non ne ho il pieno controllo”. Ma indovinate un po ‘- voi sei l’unica persona che ha pienamente il controllo delle vostre azioni e decisioni nel mondo. Accampare delle scuse vi deruba del vostro potere personale.

La gente accampa scuse a causa della paura dell’ignoto. Altri hanno semplicemente paura del cambiamento, del rifiuto e dell’imbarazzo. La paura vi blocca nella vostra zona di comfort. E nulla di magico o notevole accade nella vostra zona sicura. Si può smettere di accampare scuse se si impara come eliminare ogni traccia di paura dalla vostra vita. La prossima volta che si verifica una battuta d’arresto, non accampate una scusa. Vedetela come una sfida, imparate da essa e andate avanti. Le scuse sono distrazioni, e riducono la vostra fiducia e la fiducia in se stessi. Soprattutto quando si hanno ancora molto da mostrare al mondo.

“Il successo non è definitivo, il fallimento non è fatale – è il coraggio di continuare quello che conta.”

Winston Churchill

Commenti

ELENCO TAG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.