Wizzo: le nostre opinioni sul nuovo scopino WC ad acqua

14805283578005-wizzoblackwhitemix

Può esistere un modo per assolvere ad un compito ingrato come la pulizia del water dopo l’uso in maniera simpatica, efficiente e, soprattutto, davvero igienica?
È proprio partendo da questa esigenza che la Wess Italia ha messo a punto l’accessorio che mancava nei nostri bagni e che potrebbe rendere una volta per tutte l’antigienico scopino tradizionale un ricordo del passato: Wizzo, l’idrogetto a mano per la pulizia dei residui del WC.

Wizzo prende spunto dall’idroscopino a muro, un sistema senza dubbio elegante ed igienico, rendendolo più pratico: Wizzo non deve essere allacciato all’impianto idraulico e non richiede alcun intervento per la messa in opera. Sulla carta, tuttavia, l’efficienza garantita è la stessa: la pulizia è assicurata da un getto di acqua pressurizzata azionato manualmente che con precisione porta via lo sporco dalle superfici interne del sanitario senza che Wizzo venga in alcun modo in contatto con le impurità.

Le caratteristiche di Wizzo

Wizzo si compone di due elementi: un’asta sormontata da un pomello con un meccanismo a stantuffo, molto simile a quello di una pompa per la bicicletta, e una base che funge sia da supporto che da serbatoio per l’acqua.

Dal punto di vista delle forme e dei materiali, Wizzo non ha niente da invidiare agli scopini di design ideati dai più prestigiosi marchi che si occupano di arredo bagni: l’estetica volutamente minimal rispetta i trend attuali, che impongono la scelta di soluzioni sobrie e lineari; i materiali, dalle resistenti plastiche satinate di ultima generazione della base, all’acciaio inox e alluminio anodizzato del corpo, offrono eleganza ed un piacevole feeling di robustezza.

La base è disponibile in diverse combinazioni di bianco e nero, che ben si adattano ai bagni moderni con rivestimenti monocromatici nelle sfumature del grigio. Tuttavia, la casa di produzione è al lavoro su nuove linee che faranno di Wizzo un complemento di arredo coordinabile con qualsiasi stile.

Le dimensioni compatte rendono Wizzo molto discreto. L’accessorio può essere tranquillamente posizionato nel classico angolo tra il muro e il WC, ma senza indugio anche in una posizione più in vista data la sua raffinata fattura.

La nostra prova

Per il primo utilizzo, è innanzitutto necessario riempire la base/contenitore di Wizzo. Le istruzioni raccomandano di usare solo acqua a temperatura ambiente ed evitare sempre candeggina e altri prodotti detergenti che, oltre a non essere necessari, rischiano di danneggiare l’accessorio.
La base può essere riempita anche senza sfilare Wizzo dal suo alloggio: il peso complessivo, infatti, è ridotto e le fessure presenti nella parte superiore lasciano passare l’acqua senza dover rimuovere la copertura.
La basetta può contenere fino ad un litro di acqua, che assicura all’incirca una dozzina di ricariche consecutive di Wizzo.

Dopo aver azionato lo scarico del WC come di consueto, occorre caricare Wizzo: basta spingere il pomello verso il basso per attivare il meccanismo che risucchia acqua nella lancia muovendo verso l’alto lo stantuffo. Quando la ricarica è completa, Wizzo è pronto per l’uso: non serve avvicinarsi eccessivamente al WC, ma basta orientare la punta verso l’interno del sanitario e premere verso il basso il pomello; un getto d’acqua ad alta pressione, fine e preciso, elimina all’istante tutte le impurità, che vengono trascinate via dal flusso dello scarico.
Dopo l’uso, Wizzo può essere subito riposto nella sua basetta.

Il video qui sotto mostra come funziona Wizzo nella pratica:

Pro e contro

Rispetto allo scopino classico Wizzo presenta indubbiamente dei vantaggi. Il più importante è il miglioramento dell’igiene del bagno: mentre ad ogni uso lo scopino tradizionale viene a contatto con germi e impurità, Wizzo elimina ogni traccia sconveniente dalle pareti del WC senza sporcarsi in alcun modo. Così, il bagno diventa un ambiente più sicuro, specie per i più piccoli.
Dire addio allo scopino vuol dire anche risparmiare il tempo e l’acqua necessari per la sua pulizia: dal momento che Wizzo non richiede di essere pulito, basterà sempre azionare lo scarico una sola volta per garantire un’igiene perfetta.

Wizzo può funzionare anche come diffusore di profumo per il bagno: nell’estremità superiore dell’asta è presente un alloggiamento nel quale si può posizionare un cordoncino imbevuto con qualche goccia di un olio essenziale o di un deodorante per la casa; ogni volta che si utilizza Wizzo, nell’aria viene sprigionato l’aroma profumato, che contribuisce a coprire i cattivi odori con un sistema del tutto naturale.

Inizialmente, il gesto di pulire il WC dopo l’uso con Wizzo può sembrare meno intuitivo rispetto a quello con lo scopino, ma va detto che bastano un paio di tentativi per imparare a maneggiare questo accessorio e a rendere il water splendente in pochi attimi.

La nostra opinione su Wizzo non può che essere positiva: pratico, efficace ed elegante, questo idrogetto a mano non delude le aspettative e vale bene il suo costo d’acquisto, in linea con quello degli elementi arredo da bagno di design.

IMG_20170105_112413

Dove acquistare Wizzo

Oggi Wizzo è un prodotto disponibile in esclusiva sul portale Wizzo.eu dove può essere acquistato online con semplicità.
La garanzia del prodotto è valida per 24 mesi, mentre entro 14 giorni dalla data dell’acquisto, qualora non si dovesse essere soddisfatti dell’articolo, è possibile effettuare il reso e chiedere il rimborso.
Possiamo concludere affermando che Wizzo è sicuramente indicato per chi è in cerca di un accessorio in grado di donare carattere alla stanza da bagno e, allo stesso tempo, migliorare l’igiene domestica.

Commenti

Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.