Come aiutare le vittime di violenza domestica

La storia di Patrizia e Roberto insegna che in un matrimonio possono verificarsi casi di violenza domestica. Ecco come aiutare le vittime!

La cosa più importante che si possa fare per un amico o un membro della famiglia che è vittima di violenza da parte del coniuge è quella di far sapere alla persona che tu hai cura di lei. Hanno bisogno di sapere che tu sei lì per loro, non importa cosa. Se vedi segnali o modelli di comportamento specifici in una persona cara o un amico, non si può distogliere lo sguardo. Qui ci sono alcune cose cui stare attenti. Lei

Non viene a riunioni di famiglia o gite?

Da delle scuse per non presentarsi quando la si aspetta?

Indossa vestiti che nascondono le braccia e le gambe quando fa caldo.

Appare irritabile o depressa?

Parla di problemi nel rapporto?

Ammette apertamente un abuso emotivo, fisico o sessuale?

 

Questi sono tutti segnali di abuso!!

 

Se qualcuno sta cercando di entrare in contatto con te per avere aiuto, non fatelo passare come un incidente. L’abuso è contro la legge, questi non sono incidenti, sono crimini. Se si sceglie di ignorare gli appelli di aiuto, potrebbero essere uccise, e non ci saranno più scelte da fare, se non raccogliere i cocci. Ascolta la persona che viene da te per avere assistenza o consigli. Non giudicarla. Non minimizzare la portata di quello che dice che sta accadendo.

L’abuso non è un “Soluzione univoca”. Come le nostre stesse impronte digitali non esistono due casi di abuso identici. La nostra società non rende facile a nessuno dire “Ho bisogno di aiuto” o “sono una vittima di abuso o di un rapporto fallito”, quando c’è tanto disprezzo per la debolezza e sottomissione.

I nomi, gli indirizzi e i numeri di telefono dei programmi e delle associazioni che assistono le vittime di violenza domestica si trovano nella rubrica telefonica sotto ai servizi sociali. Oppure si può cercare su Internet.

Siediti al tavolo con lei, prendi carta e penna e aiutala con un piano di sicurezza o fissate degli obiettivi. Falle sapere che la aiuterete e sosterrete in ogni modo. Se conosci qualcuno che viene abusato, ma hai paura di affrontare quella persona, inviale informazioni in forma anonima. Non guardare dall’altra parte. Fai qualcosa!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.