Uscire da una brutta situazione amorosa

Il bene più grande che abbiamo nell’esistenza umana è la nostra crescita spirituale, ma in qualche modo l’abbiamo confusa con il divenire potenti. La potenza non è fonte di crescita a meno che non si capisca l’essenza di condividere questo potere.

La lotta per il potere è una caratteristica principale in fondo a tutte le nostre relazioni. I principali tipi di relazioni che riconosco sono suddivise in tre gruppi principali che sono i rapporti di lavoro, i rapporti familiari, e le relazioni emotive.

Il modo in cui riesco a capire e riferirmi quando si tratta delle nostre relazioni è il seguente: in un rapporto è fondamentalmente la cooperazione tra due persone qualsiasi, a qualsiasi livello su cui stanno lavorando. Molto semplice, eppure è apparentemente molto difficile per la maggior parte di noi da affrontare nella nostra vita.

In molti casi, come possiamo vedere, la cooperazione tra le persone coinvolte nella relazione tende a configurarsi come una lotta di potere, in termini di chi riuscirà a ottenere il controllo o dominio sulla persona al fine di soddisfare i propri bisogni o esigenze. In tal caso, quella dominante sta perdendo la sua crescita e in effetti, la vittima realizzerà la crescita di entrambe le persone coinvolte in tale rapporto. Cosa voglio dire con ciò? Pensateci! Otteniamo una maggiore quantità di crescita vivendo una brutta situazione.

 

Molte delle persone che sono state vittime di abusi stanno portando il peso di una situazione o circostanza in cui sono cresciuti, in termini di abusi. Non avrebbe potuto essere loro concessa alcuna possibilità di imparare a capire, accettare e affrontare questa esperienza di abusi. In effetti, non sanno niente di meglio, ma allo stesso tempo, stanno andando a ritroso nella propria vita fino a quando non cominciano a capire l’esperienza e la lezione completamente.

Purtroppo per coloro che sono stati maltrattati, questo è un processo per cui dovevano passare. In alcuni casi fa parte del Karma, ma la lezione da imparare è: ecco come gestire la situazione e uscirne senza farsi male e con una cicatrice più profonda del previsto, in primo luogo. In questo caso l’aggressore guadagnerà molto di più nella comprensione dell’esperienza a meno che, naturalmente,  non scelga di imparare la lezione.

Possiamo scegliere di lamentarci visto che ci piace tanto la nostra situazione o possiamo fare qualcosa per cercare di migliorarla. Sta a te essere il giudice nella tua situazione. Alla fine della giornata, noi abbiamo il potere di far migliorare la nostra vita e raggiungere la nostra crescita e non spetta a nessun altro cambiare la situazione.

Commenti

Articolo precedente
Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.