Tradimento: la crisi coniugale non c’entra

Chiedete a qualcuno perché ha avuto o sta avendo una relazione extra-coniugale e vi risponderà qualcosa di simile a ciò: “Ho un pessimo matrimonio. Il mio matrimonio è morto. Non c’è intimità, niente sesso, e nessun entusiasmo. L’amore è andato via. Siamo cresciuti separatamente. Non sopporto il matrimonio. Non succedeva nulla nel matrimonio e la relazione è semplicemente accaduta “.

Queste dichiarazioni sono razionalizzazioni e non riescono a cogliere le questioni di base.

Punti chiave:

1. E ‘come se un matrimonio fosse un animale sfuggito dal controllo. Un matrimonio non ha una vita a sé stante. In realtà, non vi è niente come un “matrimonio”. Qualcuno è “sposato” come risultato di aver reso alcune promesse e firmato una carta ad un certo punto. Dopo che la carta è firmata, due persone continuano a comunicare e agire gli uni verso gli altri in modi particolari che sperano li aiuterà a ottenere ciò che vogliono individualmente.

2. Noi idealizzare il “matrimonio” o le “relazioni sentimentali” con l’aspettativa che otterremo ciò che vogliamo, senza molto sforzo per l’avvio. I film, la stampa popolare pubblica e i romanzi / racconti romantici non aiutano molto qui.

3. Sin dal primo giorno la maggior parte di noi non ha un indizio su come ottenere, costruire, coltivare e mantenere sane abitudini e relazioni intime.
4. Se il “matrimonio” è morto, perché si sceglie di avere un’altra relazione? Per saltare dalla padella nella brace? È davvero stupido. Si aggiunge un intero strato di inganni e di vergogna che alla fine
si tradurrà in conseguenze più disastrose che avvicinarsi al vostro coniuge e dire: “Sono molto infelice. Quello che sto facendo con te, ovviamente, non funziona. Voglio uscirne.”

5. Se il “matrimonio” va male, ovviamente, possiamo dare la colpa di agli altri. Alcuni di noi hanno difficoltà a guardarsi.

Suggerimento: Se il vostro partner / coniuge sta avendo una relazione e accusa il “matrimonio”, non prendetevela con lui/lei. Il “matrimonio” non è il problema. Non siete voi il problema. Il vostro coniuge / partner ha scelto la relazione per ignoranza, paura o inadeguatezza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.