Test cutanei per allergie non alimentari nei bambini

I test cutanei specifici per le allergie non alimentari dei bambini possono essere eseguiti in diversi modi.

Prick Test: la pelle interna dell’avambraccio del bambino viene suddivisa in piccolo spazi (circa 20 spazi di 3/5 cm) e al centro di questi si applica una goccia della sostanza sospetta; attraverso un ago, poi, la goccia viene iniettata nella pelle e dopo 15 minuti si osserva la reazione locale: l’intensità di un arrosamento accompagnato da prurito nella zona interessata sarà interpretato con esito positivo e quindi come un segno dell’allergia.

Il prick test è un test non doloroso, molto economico e lo si può eseguiredopo i due anni di vita del bambino.

Scratch test: sulla pelle vengono provocate delle piccole lesioni superficiali (senza perdita di sangue) e su di esse si applica una goccia di allergene.

Test per via intradermica: Sotto l’epidermide (nella parte più superficiale della pelle) e nelle zone dove circola il sangue (derme), viene iniettato l’allergene.

Patch Test: in questo caso la pelle deve essere integra poichè l’allergene viene applicato con dei cerotti. Bisognerà attendere le 48 ore successive per interpretare il risultato. Il patch test è il test principale per le dermatiti dacontatto.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.