Il secondo mese di gravidanza settimana per settimana

Cosa avviene al nostro corpo nel corso del secondo mese di gravidanza? Quali sono i cambiamenti che bisogna conoscere per affrontarlo nel modo migliore? Ecco tutte le risposte e i consigli per vivere al meglio il secondo mese di gestazione insieme al proprio bambino.

Il secondo mese di gravidanza: tutto quello che devi sapere

Il secondo mese di gravidanza inizia esattamente dopo 4 settimane e 4 giorni dal primo giorno dell’ultimo ciclo mestruale, così come abbiamo mostrato in un articolo che vi potrà aiutare a capire come contare il vostro periodo di gestazione e sapere in qualsiasi momento in che mese / settimana siete. Avrà invece termine quando arriverete a 8 settimane e 5 giorni.

Su come calcolare le settimane di gravidanza leggi: > Calcolo settimane gravidanza: come fare

Cambiamenti nel corpo

Già nel corso del primo mese di gravidanza il vostro corpo aveva subito numerosi cambiamenti, che avevano permesso all’ovulo fecondato di annidarsi nell’utero dopo il concepimento e alla placenta di formarsi attorno alle sue pareti. Nel corso dei successivi 30 giorni i cambiamenti nel vostro corpo si faranno ancora più importanti.

secondo mese di gravidanza bambino

La quarta e quinta settimana di gravidanza

Nel corso della quarta e quinta settimana di gravidanza, infatti, il processo di sviluppo dell’embrione è ormai avviato e quest’ultimo continua ad assumere una forma sempre più definita. Vengono ad esempio a formarsi in maniera sempre più chiara la testa, il collo, gli incavi degli occhi, le orecchie e il cervello.

La sesta settimana di gravidanza

Dovrete però attendere la sesta settimana di gravidanza perché si verifichi un evento fondamentale: è adesso infatti che inizia a battere il cuore del vostro bambino. Organizzato ancora in due sole cavità al posto delle normali quattro, dopo circa 5 settimane e qualche giorno il cuore inizierà a ripetere quel movimento che durerà tutta una vita.

Nel corso di questa settimana vengono a formarsi anche per la prima parte le gambe e le braccia del feto, mentre sistemi di primaria importanza come l’apparato circolatorio e l’apparato digerente sono già formati.

E’ inoltre a partire dalla sesta settimana che inizierete ad avvertire i primi, tipici fastidi della gravidanza come le nausee mattutine o davanti agli odori forti della cucina. Nel vostro corpo nel frattempo i seni saranno diventati più gonfi e turgidi e anche la vagina avrà assunto un colore più violaceo.

secondo mese di gravidanza

La settima settimana di gravidanza

Nel corso della settima settimana di gravidanza il vostro bambino avrà assunto ormai dimensioni maggiormente visibili. Sarà infatti grande almeno quanto un fagiolo e, nonostante tenda ad essere tutto ripiegato su se stesso, si potranno distinguere almeno le narici e le labbra. Anche all’interno della cavità orale gli organi cominciano a definirsi meglio: è in questo periodo infatti che si formano la lingua e le 10 gemme dentarie.

Per quanto riguarda invece il progressivo sviluppo degli organi interni, nel corso di questi giorni il cuore assumerà una forma sempre più definita, con lo sviluppo delle quattro cavità canoniche rappresentate dai due atrii e dai due ventricoli. Gli arti continueranno a crescere e al loro esterno appariranno abbozzati anche le mani e i piedi.

A questo punto vi sarete forse anche accorte che il reggiseno di un tempo ha iniziato ad andarvi stretto e dovrete quindi indossarne di più comodi. Tra i fastidi tipici della settima settimana di gravidanza ci sono vertigini e possibili stordimenti, oltre a repentini sbalzi di umore causati dall’alterazione del ciclo ormonale.

L’ottava settimana di gravidanza

Quando entrerete nell’ottava settimana di gravidanza il vostro bambino misurerà poco meno di 2,5 cm ma è proprio adesso che inizierà a muoversi per la prima volta e a dare i primi calcetti. Questi movimenti tuttavia saranno ancora molto deboli e non potranno essere percepiti. Il volto comincerà a svilupparsi in maniera sempre più definita e al completamento dell’ottava settimana riuscirà anche ad aprire la bocca. Si vengono infatti a formare tutti quei muscoli che gli permetteranno di succhiare il latte e masticare. Le orecchie cominceranno anche a percepire i primi suoni e rumori mentre galleggerà beato nel liquido amniotico.

Per quanto riguarda invece i cambiamenti del vostro corpo, nel corso dell’ottava settimana di gravidanza ad essere interessati sono soprattutto i vostri capelli, che potrebbero risultare più ribelli del solito, mentre potreste cominciare ad accusare le prime voglie: alcuni cibi risulteranno decisamente più appetibili per voi mentre altri vi verranno decisamente a noia.

il secondo mese di gravidanza

L’ottava settimana rappresenta anche un momento importante per entrambi i genitori. E’ allora che si può fare infatti al prima ecografia. A questo stadio di sviluppo del bambino non si potranno distinguere ancora i tratti ma si potrà senza dubbio ascoltare il battito del suo cuore.

Cosa fare nel secondo mese di gravidanza

Se non lo avete ancora fatto, inoltre, è proprio adesso che dovete svolgere gli alcuni esami del sangue e delle urine utili per sapere se si è immuni a o meno ad alcune patologie che potrebbero avere anche conseguenze molto negative per la crescita del bambino – come ad esempio la toxoplasmosi o la rosolia –  e decidere di comune accordo con il proprio ginecologo quali precauzioni prendere nel caso svolgiate un lavoro a rischio.

Sugli esami da effettuare nelle prime settimane di gravidanza leggi: > Esami gravidanza primo trimestre

Dovrete inoltre comunicare allo specialista se state assumendo o meno dei farmaci, sul qualche verrete consigliati. Fatevi anche dare dei consigli su come vivere al meglio la vostra vita sessuale nel corso dei successivi mesi di gravidanza, che non dovrà essere interrotta ma vissuta all’insegna di una maggiore delicatezza.

Cosa non fare nel secondo mese di gravidanza

Nel corso del secondo mese di gravidanza sarebbe buona regola evitare di praticare sport competitivi e fare sforzi per allontanare il rischio di aborti spontanei, che sono piuttosto frequenti in questo periodo gestazionale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.