Come ridurre i rifiuti

Acquistare prodotti senza troppi imballaggi, usare sacchetti riutilizzabili o in materiale biodegradabile e compostabile, usare detersivi e detergenti alla spina, acquistare frutta e verdura sfusa evitando quella gia’ pesata e imballata in vaschette di polistirolo.

Sono alcune delle azioni che Legambiente anche quest’anno sollecita con ”Ridurre si puo”’, la campagna di sensibilizzazione che torna in tutta Italia il 26 e 27 novembre nell’ambito della Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti, di cui l’associazione e’ promotrice.

EMERGENZA RIFIUTI IN ITALIA

In Italia, denunciano, c’e’ un emergenza nazionale: l’aumento dei rifiuti prodotti.

Quelli urbani, dal 2000 al 2007 sono cresciuti del 12%, mentre tra il 2008 e il 2009 sono diminuiti dell’1,3%, a causa pero’ della crisi economico-finanziaria. Di qui l’appello a produrre meno rifiuti.

Per questo i volontari del Cigno verde, questo weekend, saranno in tutta Italia davanti ai supermercati per invitare a consegnare almeno un imballaggio inutile tra quelli acquistati con la spesa.

INIZIATIVE ANTI-SPRECO

Per diffondere la cultura anti-spreco, Legambiente proporra’ inoltre il baratto nei mercatini del riuso organizzati nelle piazze. Anche quest’anno, poi, l’associazione rilancia il concorso fotografico No Pack chiedendo di scattare fotografie che ritraggano ”l’imballaggio sprecone”.

Nel nostro paese – conclude Legambiente – esperienze virtuose sulla prevenzione, tuttavia, non mancano:

si va dalla tariffa puntuale fatta pagare da Comuni e Consorzi, alle esperienze di vendita alla spina di prodotti detergenti o alimentari, dalle campagne di promozione dell’uso dell’acqua ”del Sindaco”.

Commenti

ELENCO TAG
Articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.