Perché i programmi di perdita di peso rapidi non funzionano?

La risposta è semplice: non sono naturali. Questi programmi offrono una rapida perdita di peso, ma purtroppo il peso è riguadagnato subito perché si torna alle vecchie abitudini alimentari e allo stile di vita di prima. 

Evitate i tipi di diete che raccomandano una sola sostanza nutritiva, o una combinazione di cibi, o che incoraggiano al digiuno per la perdita di peso. Le diete che non insegnano abitudini di vita per la gestione a lungo termine del peso non aiutano le persone a ottenere la forza di volontà di cambiare lo stile di vita.

Le diete basate su un bassissimo contenuto calorico e senza un programma di esercizio inducono il corpo a diventare meno efficiente nel bruciare i grassi, il che rende più facile immagazzinare grasso e guadagnare peso ogni volta che la dieta viene terminata. Nel lungo periodo queste diete rendono una persona più grassa, invece di più magra.

In definitiva queste diete non sono sicure. Solo il vostro peso e il livello di esercizio fisico determinano il numero di calorie che è giusto per il vostro programma di dieta e solo abitudini di vita sane manterranno a lungo termine il controllo del peso.

Abitudini di vita sane includono un regolare esercizio fisico, la modificazione del comportamento e una dieta sana e nutriente, con una grande varietà di alimenti.

Anche le diete più di moda non fanno menzione di attività fisica che è essenziale nel processo di perdita di peso e alcune di queste diete possono effettivamente danneggiare la salute. La maggior parte delle diete comportano da 10 giorni a 1 mese in cui la vostra dieta è limitata a prodotti dietetici o ricette incoerenti.

Le diete più famose generalmente eliminano completamente i grassi. Con la perdita di acqua, come reazione al processo di fame, è facile perdere peso. E, come si continua a morire di fame, il corpo inizia a lavorare al fine di tenere il passo con le esigenze di energia. Ma non si stanno bruciando i grassi: il corpo cercherà di conservare il grasso che ha immagazzinato. E se continuate la dieta fino a un mese il corpo brucerà i grassi immagazzinati perché non ha altra alternativa per rimanere in vita.

Dopo questo periodo la dieta diventa meno ferrea ma non è in grado di soddisfare le funzioni normali del corpo perché richiede uno sforzo molto grande per produrre energia dai grassi, piuttosto che dal muscolo.

Ad un certo punto si torna all’alimentazione normale, ma ci vorrà del tempo prima che la ricostruzione del muscolo si verifichi e durante questo tempo, il corpo immagazzina più cibo come grasso. Pertanto, alla fine del processo di ricostruzione, si torna al peso iniziale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.