L’abbigliamento più adatto durante l’allattamento

Un abbigliamento pratico e comodo favorisce senza ombra di dubbio un allattamento al seno più piacevole.

Qui di seguito sono elencate alcune caratteristiche che dovrebbero avere determinati indumenti:

I reggiseni: i più comuni sul mercato sono quelli con le coppe apribili. Al di là del fattore “estetico”, questi stringono troppo il seno durante la poppata alimentando gli ingorghi e, tenendolo troppo in alto, causano una presa sbagliata da parte del bambino.

E’ consigliabile acquistare prima del parto dei reggiseni di almeno un paio di taglie in più proprio in previsione dell’aumento della sua grandezza a causa della montata lattea. Gradualmente, con la stabilizzazione del latte, il seno raggiungerà la sua grandezza massima e sarà più facile acquistarne della stessa misura (facendo sempre attenzione a non utilizzare reggiseni troppo aderenti che potrebbero causare irritazioni).

Un altro tipo di reggiseni da evitare è quello con i sostegni metallici (i cosiddetti ferretti sulle coppe), perchè possono causare infezioni. Il tessuto delle coppe deve essere poi preferibilmente in cotone e senza parti in plastica (che non lasciano traspirare la pelle). Per quel che corcerne l’attaccatura, meglio evitare gancetti estramamente scomodi ed utilizzare qualcosa che si allacci e slacci in modo semplice.

Gli assorbilatte: le migliori coppette assorbilatte sono quelle in seta o cotone. Si possono utilizzare anche quelle usa e getta in cellulosa (meglio evitare quelle con il rivestimento in plastica).

Una valida alternativa può essere anche l’utilizzo di fazzoletti o stoffe in cotone all’interno del reggiseno. Si raccomanda di cambiare con frequenza le coppette assorbilatte così da mantenere il seno sempre ben asciutto.

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.