Cosa sappiamo sulle diete low-carb

Quasi tutti gli studi sulle diete low-carb fino ad oggi sono stati di piccole dimensioni con una grande varietà di obiettivi di ricerca. Caratteristiche dei carboidrati, assunzione calorica, dieta e durata della partecipazione variavano molto. 

La maggior parte degli studi fino ad oggi hanno due cose in comune: nessuno degli studi aveva partecipanti con un’età media di oltre 53 anni e nessuno degli studi controllati è durato più di 90 giorni.

Le informazioni sugli adulti più anziani e risultati a lungo termine sono scarsi. Molti dei partecipanti non riescono a controllare la quantità di esercizio fisico e quindi il dispendio calorico, mentre sono a dieta. Questo aiuta a spiegare le discrepanze tra gli studi.

La perdita di peso nelle diete low-carb è una funzione tra la restrizione calorica e la durata della dieta, e non di riduzione dei carboidrati. Questa scoperta suggerisce che se si vuole perdere peso, si dovrebbero mangiare meno calorie e fare così per un lungo periodo di tempo.

Esistono poche prove sulla sicurezza delle diete low-carb a lungo termine. Nonostante le preoccupazioni della comunità medica, nessun effetto negativo a breve termine è stato riscontrato sui livelli di colesterolo, glucosio, insulina e pressione del sangue tra i partecipanti sulle diete. Ma, gli effetti avversi non possono presentarsi a causa del breve periodo di studi. I ricercatori hanno notato che la perdita di peso porta normalmente a un miglioramento di questi livelli in ogni caso, e questo può compensare un aumento causato da una dieta ricca di grassi.

La maggior parte delle diete low-carb provocano chetosi. Alcune delle conseguenze potenziali sono nausea, vomito, dolore addominale e confusione. Durante la fase iniziale di una dieta low-carb possono verificarsi un po’ di stanchezza e costipazione. Generalmente, questi sintomi sparisocono rapidamente. La chetosi può anche dare alito cattivo (acetone).

Le diete low-carb non consentono il consumo di più calorie di altri tipi di diete, come è stato spesso riportato. Una caloria è una caloria e non importa se proviene da carboidrati o grassi. Le discrepanze degli studi sono probabilmente il risultato di circostanze incontrollate; i partecipanti alla dieta possono barare sul consumo di calorie, sulle calorie bruciate durante l’esercizio fisico o su un qualsiasi numero di altri fattori. Il tasso di abbandono per le diete low-carb è relativamente elevato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.