Infedeltà: si tradisce per rancore o per vendetta?

Che differenza c’è tra una relazione per rancore e una per vendetta?

A volte nel matrimonio può capitare che uno dei due si senta offeso in qualche modo e cerchi vendetta impegnandosi nell’infedeltà.

Il tradimento può essere una risposta diretta al tradimento del coniuge. “Ti faccio vedere! Prendi questo! Voglio fare del male a chi mi fa male “. La relazione, in altri casi, potrebbe essere una vendetta per qualche altra forma di torto percepito o per un danno emotivo.

Ciò in genere si verifica in un matrimonio in cui non avviene un’efficace confronto personale. C’è una diffidenza nell’esprimere se stessi completamente con un’altra persona. Il rapporto del matrimonio di solito è caratterizzato dalla civiltà, ma i due, in sostanza, non si conoscono molto bene. Sono gentili, ma non c’è fuoco. Potrebbero desiderare di più, ma non sono sicuri di come ottenere di più.

Il fuoco che esiste è una tensione che covava sotto la superficie del matrimonio. La tensione può essere il risultato della frustrazione che uno o entrambi provano quando ritengono che i loro bisogni non vengono soddisfatti. C’è un autentico desiderio di qualcosa di più, da parte dell’altro coniuge, ma non lo si sta ottenendo.

 

 

La vendetta funge da sveglia per la relazione. Uno o entrambi devono dire con grande passione: “Ti voglio davvero! Non mi accontenterò più di infiammante frustrazione e apparente indifferenza alle mie esigenze. Questo è ciò che mi serve e mi aspetto”.

 

C’è un altro tipo di vendetta che porta meno speranza ed è più distruttiva. Una storia di vendetta può essere il risultato di rabbia lunga e irrisolta o rabbia verso il sesso opposto. C’è un modello persistente della persona che spinge gli altri via con rabbia o rancore. Vi è anche una grande quantità di proiezione, o questa persona incolpa gli altri per la sua situazione.

Questa forma di rabbia è più rancore che frustrazione. Il rancore nasce dal desiderio di ferire piuttosto che dalla frustrazione dei bisogni non soddisfatti. Questa persona si preoccupa poco, come pure, dell’altra persona. Mentre qualcuno che è frustrato perché vuole soddisfare i propri bisogni, è in genere più rispettoso della persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.