Effetti collaterali degli antibiotici sui bambini

Effetti collaterali

Durante il trattamento con antibiotici possono comparire reazioni sfavorevoli, i cosiddetti effetti collaterali, generalmente nei primi giorni della terapia.

Essi consistono generalmente in diarrea e mal di stomaco. Si tratta di reazioni determinate dalla distruzione dei batteri ‘buoni’ che costituiscono la flora batterica intestinale; sono transitorie e scompaiono dopo alcuni giorni dalla sospensione del farmaco. Per favorire il ripristino della flora batterica intestinale è utile somministrare al bambino, durante il trattamento antibiotico, fermenti lattici vivi.

Ci sono poi alcuni tipi particolari di antibiotici che possono provocare effetti indesiderati più gravi: alcuni di questi si possono risolvere in maniera rapida e spontanea subito dopo averne sospeso l’assunzione (come per la diarrea); per altri, invece, sarà necessario la sostituzione con un altro farmaco (quando, ad esempio, ci sono delle reazioni allergiche sottoforma di eruzioni cutanee).

E’ sbagliato pensare che l’antibiotico indebolisca il bambino: ciò che davvero debilita l’organismo è l’infezione, mentre il farmaco aiuta a rafforzare le difese immunitarie che non sono riuscite a difendere l’organismo dall’infezione.

Non c’è da preoccuparsi se il bambino ha meno appetito del solito e non è necessario seguire una dieta particolare. In caso di febbre basterà garantire al piccolo una buona idratazione facendogli assumere molti liquidi ed evitando l’esposizione al sole (alcuni di questi farmaci sono foto-sensibilizzanti e potrebbero causare delle macchie cutanee).

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.