Dita Von Teese indossa il primo abito in tre dimensioni mai realizzato

Ballerina, modella e attrice quando fa qualcosa c’è sempre una grande eco intorno. Sarà per la sua particolare bellezza, o per il fatto che Dita ha raggiunto la popolarità grazie al burlesque o solo perché è l’ex moglie di Marilyn Manson, fatto sta che Dita Von Teese sembra essere un ottimo mezzo pubblicitario.

Questa volta, è riuscita a conquistare l’attenzione dei media indossando quello che sembra essere il primo abito al mondo completamente stampato in 3D.

All’Ace Hotel di New York l’impertinente Von Teese ha infatti indossato questo particolare abito nero fatto in fibra di nylon e con più di 3.000 decorazioni. Il vestito sembra essere stato creato per adattarsi alle conturbanti forme di Dita che, essendo particolarmente abituata a mostrarsi senza veli, ha gradito l’attenzione che le hanno riservato i fotografi.


Secondo quanto trapelato l’abito in 3D è stato creato dallo studio di progettazione di Francesco Bitonti e Michael Schmidt appositamente per lei, molto probabilmente su un suo disegno, e arricchito con più di 12.000 cristalli Swarovski, collocati sull’abito seguendo la sequenza di Fibonacci. Ed è proprio questo dettaglio a dare all’abito in 3D l’aspetto unico e il modo che ha di appoggiarsi sulle forme della sua famosa indossatrice.


Tecnicamente parlando, l’abito è stato creato con l’aiuto della tecnica di sinterizzazione laser selettiva (SLS), partendo da unno speciale tipo di plastica lavorato con una pistola laser speciale.

Si tratta di una lavorazione molto particolare che permette di ottenere un abito che si adatta perfettamente alle forme che gli vengono date, per questo, se qualcuno ne volesse uno simile, dovrà farselo costruire su misura.

Via I Design Boom

Commenti

ELENCO TAG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.