Come definire i nostri rapporti

Possiamo cadere nell’abitudine di lamentarci dei nostri rapporti, ma ci prendiamo veramente il tempo per valutarli? Forse no, perché abbiamo sempre ragione!

“Lui o lei non mi ascolta o non fa le cose come credo sia giusto”. L’Ego umano parla a voce!

Prima di tutto, abbiamo bisogno di capire una cosa : noi non viviamo nel tempo dei nostri genitori o nonni. Le “anime” della nostra generazione sono qui per acquisire quanta più l’esperienza di vita possibile in questa vita. Cosa voglio dire con ciò?

Quando la mia anima ha deciso di tornare e integrarsi in questo corpo, il tempio della mia anima, mi sono educato nello spirito e preparato (in teoria) a tutte le esperienze che avrei avuto in questa vita. Ho deciso di tornare a comprendere queste esperienze per la necessità di comprendere le emozioni umane: la rabbia, il pianto e tutte le frustrazioni degli altri umani, che sono arrivate con l’esperienza. Ma in realtà, questa è un’esperienza per la mia conoscenza dell’anima, per la mia evoluzione dell’anima per sempre. Una volta che questa esperienza è finita, tutto di questa esperienza deve essere completato senza lasciare residui di emozioni, e poi sarà il momento di prepararsi per una nuova impresa.

Come esseri umani, raramente completiamo un rapporto corretto, spesso ci auguriamo che un giorno potrebbe funzionare.

Personalmente, credo che una volta che un’esperienza non funzioni all’inizio, non funzionerà più tardi. A meno che entrambi, e voglio dire Entrambe le parti, siano pronti a rinunciare alle loro differenze, ai nostri vecchi schemi di quel rapporto, insieme con l’aiuto del nostro sub-conscio, porteranno gli stessi eventi familiari nella nostra vita. Ricordate! Anche se incontriamo la nostra anima gemella, a meno che entrambe le anime gemelle siano pronte per l’altra, il rapporto non funzionerà mai.

È importante imparare a tagliare le nostre emozioni, dopo ogni esperienza, al fine di fare spazio adeguato per il prossimo.

Una volta che s’interrompe un rapporto, non ci si può aspettare che il nuovo sia lo stesso. Ciò semplicemente non ha senso! Le cose eventualmente si evolveranno se avremo opportunamente tagliato i legami affettivi con la relazione precedente, e si accetta il cambiamento nella nostra vita. In realtà la nostra anima non ci permetterà di tornare indietro nella nostra vita, tranne quando la nostra mente umana decide che vogliamo attaccarci ad esso e avere lo stesso tipo di rapporto di nuovo. Poi ci sono ricadute nel nostro vecchio schema. Guarda le tue relazioni e vedi se c’è un modello in cui si continua ad incappare, quindi accetta ciò e, senza alcuna colpa su te stesso o sulle altre persone coinvolte, sentiti benedetta per ciò che hai imparato e realizzato e desidera il meglio per tutte le persone coinvolte.

Come possiamo definire i nostri rapporti? Una relazione è una strada a doppio senso. Perché dovremmo decidere di entrare in un rapporto se non siamo pronti a camminare su una strada nuova? Se abbiamo bisogno di un rapporto solo per il gusto di sentirci sicuri e protetti allora siamo lontani.

Un tipo di relazione a due strade, continuando a seguire questo ragionamento, è quando entrambi i partner coinvolti si accolgono a vicenda per il modo in cui sono e non per il modo in cui desiderano che l’altra persona sia. In molti casi, guardiamo ai valori esterni, fisici o di natura materiale. Come appaiono? Che macchina stanno guidando? Cosa fanno nella vita? Questi valori esistono solo a livello superficiale. Questi tratti perdono poi ogni rilevanza e infine svaniscono.

Accettare il proprio partner richiede una quantità di responsabilità da parte vostra in molti modi. E non dobbiamo, in nessun caso, permettere a noi stessi di diventare uno zerbino per l’altra persona. Dovremmo trattarci con rispetto reciproco, da un livello più profondo, come uguali, e imparare ad ascoltare, consentendo lo sviluppo di una solida base, fondamentale per la costruzione di un rapporto solido. Abbiamo bisogno di capire la loro anima.

Vi chiedo solo di essere onesti con voi stessi. Identificate i vostri partner precedenti e vedete esattamente cosa vi ha attratto di quella persona inizialmente. Forse vi sorprenderà vedere che cerchiamo sempre ciò che è accettabile dall’esterno, trascurando i valori che esistono internamente.

Ci sono molti principi in materia di rapporti e verrebbe a tuo vantaggio applicare un’attenta riflessione e considerazione di ciò che ci spinge a coinvolgersi nelle relazioni. Considerate che cosa, in realtà, volete veramente come esseri umani. Dopo aver stabilito ciò sarete in grado di identificare queste qualità all’interno di un’altra persona e poi avrete maggiori probabilità di essere riusciti a trovare il partner giusto.

Un rapporto si basa su tre cose:

– In primo luogo l’essere in grado di associarsi socialmente su un terreno comune e amare lo stare insieme.

– In secondo luogo l’essere in grado di comunicare bene ed esprimere le nostre emozioni in modo sano.

– In terzo luogo l’essere collegati all’anima del vostro partner e permettere al vostro partner di conoscervi meglio aprendosi ad un livello più profondo.

Commenti

Articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.