Cure per l’anemia nel bambino

Cure anemia

Non appena verranno eseguiti tutti gli esami necessari che ne confermano la presenza e ne specificano la forma, si procederà con una terapia mirata al tipo di anemia riscontrato.

Il problema dell’anemia nel bambino può essere risolto attraverso la cosiddetta terapia “marziale”, che prevede la somministrazione del ferro per bocca o per via endovenosa (se la causa non è congenita o legata a malattie gravi).

Si può integrare la somministrazione del ferro con quello della vitamina C, che favorisce l’assorbimento del ferro e di rame come oligoelemento.

Se il bambino è troppo magro o, al contrario, in sovrappeso, allora bisognerà correggere le abitudini alimentari. L’alimentazione adottata dovrà essere ricca di frutta (agrumi, albicocche, uva), verdura (pomodoro, prezzemolo, ortica), carni rosse,fegato di volatili e conigli, pesce azzurro e mandorle. Per condire si può utilizzare l’olio di germe di grano.

Si possono utilizzare anche delle cure omeopatiche, attraverso la fitogemmoterapia. Abies pectinata, Tamarix gallica e Prunus spinosa stimolano la produzione dei globuli rossi, agendo sia sul midollo osseo che sulla milza. Devono essere somministrati separatamente per almeno 2 mesi.

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.