Condizionatori portatili: guida all’acquisto

Quando si parla di condizionatori e di condizionatori portatili in particolare viene subito in mente l’estate: sono infatti uno degli elettrodomestici più richiesti quando le temperature atmosferiche iniziano a scalare incessantemente la colonnina di mercurio, soprattutto in città, e gli abitanti cercano in qualche modo di sfuggire al caldo torrido e afoso della bella stagione rifugiandosi nel refrigerio offerto dalla tecnologia. 

Se siete capitati su questa pagina forse anche voi siete alla ricerca di una valida soluzione contro gli eccessi del caldo estivo. Sapete allora che i condizionatori portatili possono essere considerati un piccolo concentrato di vantaggi tecnologici? Se siete ancora indecisi su quale scegliere e quale acquistare, in questa guida ve ne illustriamo alcuni, che vi faranno conoscere meglio questi prodotti e vi chiariranno le idee su caratteristiche, tipologie, prezzi e uso dei climatizzatori portatili.

Condizionatori portatili: un concentrato di vantaggi

A differenza dei condizionatori fissi o a muro, che devono essere installati ad una parete e non possono essere spostati da una stanza all’altra della casa, i condizionatori portatili hanno il vantaggio di poter essere accesi dove se ne ha maggiore bisogno, semplicemente spostando l’elettrodomestico in un altro ambiente a seconda dell’occorrenza. Quasi tutti i modelli appartenenti a questa categoria, infatti, sono dotati di pratiche rotelle che rendono gli spostamenti domestici da una stanza all’altra molto semplici e veloci.

Un altro vantaggio indiscusso dei condizionatori portatili rispetto a quelli fissi è che questi ultimi non devono essere installati da un tecnico o da un installatore professionista, ma sono subito pronti all’uso, anche durante le vacanze o i giorni festivi, per averne uno basta infatti un negozio aperto in cui acquistarlo.

Il terzo vantaggio dei condizionatori portatili rispetto a quelli fissi risiede poi ovviamente nel loro prezzo: per un condizionatore portatile a muro si dovrà infatti pagare non solo per l’acquisto dell’elettrodomestico, ma anche per la sua installazione, che sarà in genere svolta da un tecnico professionista. Il costo complessivo di un condizionatore fisso sarà quindi di gran lunga superiore a quello di un condizionatore fisso, con la differenza che i primi non potranno neanche essere spostati o smontati.

condizionatori portatili

Sulla base di tutti questi vantaggi risulta allora chiaro che i condizionatori portatili possono essere la soluzione ideale per tutti quei clienti che non vivono in una casa di proprietà ma si trovano in affitto – dunque non vogliono “investire” su una abitazione che non sia loro – o non possono installare le unità esterne dei condizionatori fissi a causa dei vincoli estetici connessi con le facciate degli edifici in cui risiedono. Spesso infatti i regolamenti condominiali impediscono il montaggio di un climatizzatore a muro interno in quanto richiede l’installazione di diverse componenti esterne che possono inficiare l’estetica del palazzo stesso. Inoltre i condizionatori portatili semplicemente appaiono la scelta ideale per coloro che non possono attendere l’arrivo dell’installatore o vogliono risparmiare sul prezzo di acquisto del climatizzatore.

Vediamo quindi più da vicino quali sono le caratteristiche dei condizionatori portatili e quali sono le principali tipologie in commercio.

Condizionatori portatili: caratteristiche e tipologie

La maggior parte dei condizionatore portatili, come abbiamo detto, sono dotati di pratiche rotelle che permettono il loro spostamento da una stanza all’altra. Tra le diverse tipologie in vendita esistono almeno tre modelli:

  • condizionatori portatili con tubo snodato
  • condizionatori portatili con split portatile
  • condizionatori portatili senza unità esterna – chiamati anche condizionatori portatili senza tubo esterno

Condizionatori portatili con tubo snodato

I condizionatori portatili con tubo snodato sono di norma forniti di un tubo aggiuntivo, del diametro di circa 15 cm, che serve a convogliare l’aria calda di scarico verso l’esterno. Hanno quindi bisogno di essere sistemati nelle vicinanze di una apertura, in modo tale da rendere possibile questa operazione. Uno degli svantaggi tipici di questo modello, tuttavia, è quello di non essere particolarmente silenzioso, perché l’unità unica di cui sono costituiti comprende sia il motore sia la parte refrigerante. In compenso, questi condizionatori risultano essere leggermente più efficienti degli altri modelli e offrono maggiori prestazioni in termini di raffreddamento degli ambienti.

Oggi, tuttavia, questa tipologia non è più così commerciale con un tempo, ma è stata superata dai modelli più evoluti.

Condizionatori portatili con split portatile

Un modello di condizionatore portatile che permette di superare lo svantaggio della rumorosità dei condizionatori portatili con tubo snodato è quello proposto dai condizionatori con split portatile, che si presentano sempre come climatizzatori dotati di ruote, ma anche di una unità portatile da sistemare all’esterno dell’abitazione, all’interno della quale è contenuto il condensatore. Le due parti sono collegate tra loro attraverso due tubicini molto sottili e un cavo elettrico, che possono essere fatti passare attraverso i battenti appena socchiusi di una finestra. I condizionatori portatili con split esterno sono molto più silenziosi dei condizionatori portatili con tubo esterno e sono molto più facili da installare.

Condizionatori portatili senza unità esterna

La terza alternativa ai due precedenti modelli è rappresentata infine dai condizionatori portatili senza tubo esterno. Si tratta degli ultimi nati all’interno della famiglia dei climatizzatori portatili. Oltre ad essere sempre molto pratici da spostare grazie alla presenza di comode rotelle, questi condizionatori si distinguono per i loro design funzionali e la loro manegevolezza. Non hanno infatti la necessità di essere posizionati vicino ad una finestra o ad una apertura come i modelli precedenti, perché non hanno bisogno di far uscire tubi dalla loro unità centrale. Tutto il processo di raffreddamento si svolge infatti all’interno.

Si può infine citare il fatto che alcune case produttrici hanno recentemente prodotto anche modelli che possiamo considerare “ibridi”, ovvero che nascono con il tubo ma possono all’occorrenza essere usati anche senza di esso.

I condizionatori portatili senza tubo esterno

Come è facile immaginare, data la loro praticità, i condizionatori portatili senza tubo o senza unità esterna sono oggi i più richiesti dal mercato, non solo per la loro facilità di installazione, ma anche per la loro estetica e la loro efficienza. Dal punto di vista estetico, infatti, le principali case produttrici si sono recentemente dedicate all’elaborazione di modelli che potessero sempre di più incontrare le esigenze dei clienti, cercando all’occorrenza di mimetizzare il più possibile l’elettrodomestico all’interno dell’ambiente casalingo utilizzando colori e materiali diversi. E’ così infatti che possiamo avere condizionatori portatili senza unità esterna caratterizzati da dettagli silver, metallici, bianchi e neri, blu e viola. Per quanto riguarda le finiture la plastica e i metalli sono quelle più usate.

Dal punto di vista del design, la più diffusa è la forma compatta monoblocco, che può variare leggermente in dimensioni e in altezza a seconda della potenza. I condizionatori portatili hanno in genere un peso per unità che va dai 20 ai 30 kg anche se restano elettrodomestici abbastanza maneggevoli grazie alla presenza delle rotelle.

Oggi i condizionatori portatili sono molto richiesti anche per la loro efficienza energetica. Si possono infatti trovare in commercio elettrodomestici di classe energetica A+ o A+++ che permettono a chi li acquista di risparmiare sui consumi garantendo al tempo stesso prestazioni elevante e rimanendo amici dell’ambiente. Dal punto di vista ecologico, infatti, un condizionatore portatile senza tubo rappresenta una soluzione green perché non inquina l’ambiente e consuma poca energia.

condizionatori portatili senza tubo

Questo tipo di condizionatore non presenta alcune foro all’esterno o presa d’aria perché il processo di raffreddamento avviene completamente all’interno, per mezzo del condensatore ad acqua. Possono però essere dotati di speciali filtri interni, come il filtro ionizzatore, il filtro anticalcare, il filtro ad acqua ed il filtro ad aria, che permettono il raffreddamento sia ad aria che ad acqua e di migliorare la prestazioni complessive dell’elettrodomestico.

E’ opportuno però ricordare che i condizionatori portatili senza tubo raggiungono la loro massima efficienza se utilizzati per piccoli ambienti domestici o di lavoro, in cui i metri cubi da refrigerare restano sotto una certa soglia. Per altre situazioni e ambienti molto ampi sarà necessario rivolgersi a forme di refrigerazione alternative e più complesse, fisse o composite. Per scegliere al meglio il prodotto di cui si ha bisogno è utile ricordare che un climatizzatore portatile può essere utilizzato per raffreddare ambienti con una metratura dai 20 ai 120 metri quadrati a seconda della potenza dell’apparecchio, per la quale è possibile consultare le specifiche della casa produttrice.

La maggior parte dei condizionatori portatili senza tubo sono dotati inoltre di pulsantiera, display con comandi touchscreen, termostati interni ed esterni, funzione di programmazione o timer, funzione intelligente di programmazione automatica del clima della stanza. A volte i prodotti più completi presentano anche la funzione di deumidificatore al loro interno, utile per purificare l’aria e non solo per raffreddarla.

Condizionatori portatili: silenziosi o no?

In apertura di questa guida abbiamo parlato dei vantaggi associati all’acquisto di un condizionatore portatile rispetto ad un condizionatore fisso. Come per tutte le cose, tuttavia, anche a questi elettrodomestici è associato qualche piccolo svantaggio. Il tipico neo che si attribuisce in genere ai condizionatori portatili è quello della loro rumorosità. Come anticipato in precedenza, alcuni modelli di climatizzatore in cui la parte motore si trova unita alla parte refrigerante – ad esempio nei modelli con tubo esterno – non sono particolarmente silenziosi.

Oggi però la tecnologia consente la costruzione di condizionatori portatili sicuramente molto più silenziosi che in passato. Oltre alla possibilità di acquistare un modello con split esterno, i clienti fanno della silenziosità una priorità per l’apparecchio si possono rivolgere ad alcuni modelli di condizionatore senza tubo esterno, prodotti di fascia alta in cui la rumorosità è stata ridotta al minimo.

Condizionatori portatili: prezzi

I condizionatori portatili senza tubo, nonostante siano oggi molto richiesti dal mercato, vengono prodotti ancora da un numero piuttosto limitato di case produttrici. Tra le più famose marche italiane ci sono DeLonghi e Olimpia Splendid.

La DeLonghi da anni produce la ben nota gamma dei condizionatori portatili Pinguino, che sanno conciliare comfort e praticità, senza rinunciare all’efficienza, oggi diventati quasi sinonimo di un mondo tecnologico, pratico e funzionale per dare ad ogni ambiente il giusto clima. All’interno della serie si trovano prodotti estremamente silenziosi o in grado di analizzare le caratteristiche dell’ambiente circostante ed usare contemporaneamente le informazioni relative a temperatura ed umidità per raggiungere un comfort ottimale mantenendolo nel tempo. I condizionatori di questa marca sfruttano una doppia tecnologia di refrigerazione, ad aria e ad acqua.

La casa produttrice Olimpia Splendid produce a sua volta una serie di condizionatori portatili estremamente silenziosi, compatti ed efficienti. Tutti i modelli della gamma sono ascrivibili in classe A o A+, dunque molto efficienti dal punto di vista energetico e una serie di essi, in particolare, è progettata e disegnata interamente in Italia.

I prezzi di questi prodotti sono facilmente confrontabili online attraverso i principali motori di ricerca oppure sui siti dei principali rivenditori online di elettrodomestici.

Due parole sui condizionatori portatili usati

Per risparmiare sull’acquisto di un condizionatore, infine, un’opzione sempre valida e praticabile da coloro hanno un occhio di riguardo anche per il portafogli, è quella di acquistare un prodotto usato ma ancora in buono stato. Se ottimamente conservato e mantenuto, infatti, un elettrodomestico di questo tipo resta efficiente nel tempo. I modelli più vecchi potranno però essere meno green ed ecologici dal punto di vista energetico e un po’ più rumorosi di quelli più recenti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.