Come si somministra il latte con il biberon

Il latte del biberon va riscaldato a bagnomaria o nello scaldabiberon, avendo cura di controllare la temperatura facendone cadere alcune gocce sul dorso della mano.

La temperatura ideale è di circa 37 °, la stessa del latte materno. E’ importante anche verificare il flusso del latte che fuoriesce dalla tettarella, possibilmente prima con un rapido zampillo e poi goccia a goccia.

Se si nota che dal foro esce solo uno zampillo, il flusso è troppo rapido ed è opportuno trovare una tettarella con dei fori più piccoli. Se, al contrario, il latte fuoriesce goccia a goccia, c’è un flusso troppo lento e sarà necessario allargare i fori della tettarella (magari attraverso un ago arroventato).

Bisogna poi infine ricordarsi di regolare l’aria, attraverso l’avvitamento della ghiera (più o meno stretta). Il biberon deve essere tenuto in posizione tale da tenere sempre pieni di latte sia la tettarella che il collo della bottiglia così si eviterà che il bambino succhi aria.

Un ultimo appunto riguarda la scelta del biberon: sono da evitare quelli con la punta corta e stretta e una base molto larga (che spesso vengono pubblicizzati come “simili” al seno materno) perchèi bambini tendono a prendere solo la punta della tettarella; sono consigliati invece i biberon di tipo classico, con una punta lunga e una tettarella morbida di media grandezza.

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.