Come preparare il latte adattato

La preparazione del latte adattato deve seguire rigorosamente le istruzioni indicate sulla propria confezione.

Quando si prepara il latte viene generalmente tollerato un certo margine di variabilità, in quanto è difficile dosare esattamente la concentrazione; nonostante i piccoli sbagli che si possono verificare durante la preparazione, è importante non allontanarsi troppo dalle dosi di polvere indicate per garantire al bambino un apporto nutritivo adeguato.

Se durante la preparazione si aggiunge più acqua o più polvere rispetto alle dosi indicate, in alcuni casi può risultare dannoso per la salute del bambino (solitamente si utilizza un misurino di polvere ogni 30 ML di acqua).

Quando si diluisce il latte in polvere è bene utilizzare sempre acque naturali oligominerali così da non alterare la composizione dei minerali del latte; in alternativa si può anche utilizzare l’acqua del rubinetto (controllando prima sempre il sapore!), bollendola per 5 minuti circa e poi lasciandola intiepidire.

E’ bene preparare il latte senza troppo anticipo, così che questo non subisca variazioni a causa di eventuali sbalzi di temperatura ed è altrettanto opportuno, dopo la poppata, lavare accuramente il biberon rimuovendo accuratamente tutti i residui di latte.

Alcuni tipi di latte adattato sono disponibili direttamente in formato liquido; non sarà necessario prepararli, basterà scaldarlo senza che lo si porti ad ebollizione.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.