Come curare al meglio le piante di lavanda

La lavanda è una splendida fragranza estiva, una delle più belle e delicate in circolazione. Quanto a profumo, e forse anche come macchia di colore, la lavanda è difficile da battere. Ma ha bisogno di sole e un buon drenaggio. Chiedete a chiunque vogliate le caratteristiche che sono considerate  più importanti in un giardino: ognuno di loro sicuramente citerà il profumo dei fiori che vi sono all’interno. Quello che insomma desideriamo, nel nostro giardino dei sogni, è annegare in una inebriante fragranza.

Alan-Titchmarsh-grow-garden-lavender-588293

In questo periodo dell’anno è relativamente facile coltivare diverse varietà di fiori – come la rosa, i garofani di confine, i piselli dolci…. i gigli e le rose sono di certo i primi, ma lo è anche la lavanda, immancabile in ogni giardino estivo.

E ‘una pianta facile da trovare, in vivai e garden center, e i suoi vasi pieni riescono sempre a sembrare allettanti. Chi li guarda, chi li annusa, chi gioca con gli steli. Quasi vendono a vista. Ma gente a volte lotta con loro, una volta che li hanno comprati e portati a casa.

Allora, qual è il segreto verde per curare al meglio una pianta di lavanda? Ecco alcuni infallibili consigli per tutti i pollici…non proprio verdi!

Beh, per iniziare, una pianta di lavanda in terra o in vaso ha bisogno di tanto sole. La lavanda viene dal Mediterraneo, dove i cieli blu e le alte temperature sono di rigore.

Tali condizioni sono la garanzia necessaria per incoraggiare le piante a rilasciare i loro oli essenziali, quando ci si struscia contro il loro fogliame. Non metteteli quindi in un luogo ombreggiato, dove cresceranno alti e esili,e rilasceranno ben poco profumo, ma fate in modo che siano al riparo dai venti forti.

Alla pianta di lavanda piace anche avere un buon drenaggio. Esse lottano sui mattoni e i laterizi, quindi se il vostro terreno è piuttosto rigido, il lavoro da fare sarà quello di assicurare il passaggio dell’acqua e non il suo ristagno.

Veniamo quindi alla potatura. Prendete in mano le cesoie da giardino non appena i fiori appassiscono, in agosto e settembre. Tagliate di nuovo solo i gambi della parte frondosa in modo che le piante siano incoraggiate a emettere pochi nuovi germogli prima dell’inverno.

Questo taglio annuale mantiene le piante in una forma decente e si può andare avanti per diverse stagioni prima che abbiano bisogno di essere rinnovate. Ci sono persone che hanno avuto cespugli di lavanda fuori dalla loro porta di casa per anni e anni, ma con l’età sono diventate piuttosto alte, nodose e legnose.

Le piante giovani hanno un aspetto migliore e generalmente danno risultati migliori, ma se si è soddisfatti anche con la propria vecchia nodosa pianta di lavanda non ci sono problemi.

Quali varietà scegliere infine? Le migliori sono ‘Hidcote‘ e ‘Munstead‘. Entrambe rimangono ragionevolmente compatte ed entrambe hanno una inebriante fragranza. Così potete utilizzare i capolini per profumare i cassetti e respingere le tarme in inverno. Si tratta senza dubbio di uno dei più grandi piaceri della natura.

Via | express

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.