Capelli dei bambini

Shampoo

Alla nascita i capelli dei bambini differiscono per colore, densità, lunghezza. Dopo poche settimane i capelli di ‘nascita’ lasciano il posto alla nuova capigliatura che sarà molto simile a quella definitiva.

Durante i primi mesi, i capelli del neonato vanno lavati un paio di volte la settimana durante il bagnetto; è meglio non lavarli più frequentemente perché lo shampoo può risultare aggressivo sulla cute del bambino. Il più adatto per i bambini è sicuramente quello neutro, e per renderlo ancora più delicato è bene diluirlo con acqua. In commercio si trovano molti shampoo oleosi ideali per asportare le secrezioni sebacee responsabili dell’irritazione del cuoio capelluto.

Come si fa il bagnetto al neonato

Quando si lavano i capelli al bambino è opportuno insaponarli una sola volta e risciacquarli versando l’acqua dolcemente, evitando l’utilizzo della doccia. Nei primi mesi è sicuramente più semplice lavare la testa del bambino, tenendolo semisdraiato con la testa all’indietro così da evitare che lo shampoo finisca negli occhi. Dopo i 9-10 mesi tenere il bambino in quella posizione risulta più difficile perciò bisogna avere molta pazienza e sperare nella sua collaborazione.

► Accurata pulizia del viso del bambino

Se il bambino è molto vivace, si possono utilizzare delle ciambelle ‘fermasapone’ che, poste sulla testa, raccolgono e fermano l’acqua, o gli occhialini da nuoto per proteggerlo. I genitori, per sdrammatizzare il momento dello shampoo, possono lavarsi i capelli davanti al bambino dimostrandogli che è molto semplice e naturale. Non appena lavati, i capelli devono essere spazzolati con una spazzola morbida e vanno rimosse le eventuali crosticine (da ammorbidire, se necessario, con delle gocce d’olio).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Articolo precedente
Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.