Box per bambini

box

Il box è quella specie di piccolo ‘recinto’ in cui sistemiamo i bambini per tenerli lontano dai pericoli di casa.

Il box ideale deve essere sicuro e confortevole, avere una fitta rete (così si evita che il bambino vi infili la testa) e dei piedi ben stabili. Perché il bambino si sente maggiormente a suo agio e più tranquillo, si consiglia di lasciare nel box i suoi giocattoli preferiti. I bambini tranquilli, a cui piace manipolare gli oggetti e osservare le figure, si troveranno sicuramente bene all’interno del box assieme ai propri giocattoli preferiti e a qualche libro colorato; i bambini più vivaci, invece, potranno percepire il box come una gabbia, un impedimento alla loro voglia di gironzolare per casa, e per questo non vorranno rimanerci a lungo.

Bilancia per bambini

Il box dovrebbe iniziare ad essere usato intorno ai 6-8 mesi, quando il bambino è in grado di stare seduto abbastanza bene e può giocare tranquillamente e, aggrappandosi alla rete, provare a stare in piedi. Quando poi, successivamente, inizierà a gattonare o camminare, allora il box sarà per lui troppo limitante e ristretto.

► Consigli sull’abbigliamento da bambino

E’ possibile costruire il box anche da se, in casa, utilizzando scatoloni colorati e delle morbide coperte: l’importante è che rispetti la sicurezza del bambino e i suoi movimenti. I box che invece si trovano in commercio sono fatti da tubi metallici pieghevoli rivestiti da gomma paracolpi alla quale si regge la rete ( o sbarre alle quali il bambino può reggersi). La rete deve essere molto fitta, per evitare che mani o piedi possano incastrarsi, se ci sono le sbarre invece la loro distanza non deve essere superiore ai 6-7 cm (così che la testa non possa incastrarsi). Il fondo del box deve essere morbido e di materiale lavabile, mentre i piedini devono essere antiribaltamento e antiscivolo.

 

Commenti

Articolo precedente
Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.