Blefarite nei bambini

blefarite

La blefarite è un’infiammazione del bordo delle palpebre molto fastidiosa, procura croste e secrezioni giallastre, squame molto simili alla forfora e a volte anche dolore.

Le cause della blefarite possono essere molteplici: può essere causata da Staphylococcus aurenus, può avere natura allergica, può essere collegata alla secrezione grassa del viso e del cuoio capelluto. E’ importante evitare che il bambino si tocchi gli occhi: può sembrare un po difficile visto che i bambini non stanno mai fermi, ma bisogna tentare altrimenti si rischia di creare un perenne autocontagio che rende difficoltosa la guarigione.

Astigmatismo nei bambini

Ovviamente è indispensabile l’igiene delle palpebre: bisogna pulire più volte al giorno gli occhi del bambino, possibilmente aiutandosi con una garza sterile imbevuta di soluzione fisiologica. Se questa non è disponibile, si può utilizzare acqua bollita almeno 5 minuti, o acqua calda con le apposite soluzioni.

Le croste vanno rimosse ogni mattina utilizzando delle garze imbevute in una soluzione di bicarbonato di sodio (basta diluirne un cucchiaino in mezzo litro d’acqua); il bambino non deve essere esposto in ambienti con troppa luce (sia naturale che artificiale), in ambienti polverosi o inquinati da fumo di sigarette. Il pediatra prescriverà una pomata antibiotica da applicare almeno 2 volte al giorno.

► Appendicite nel bambino

Tra i rimedi omeopatici si consiglia: Euphrasia 5 ch e Apis 9 ch, efficaci se vi è un forte arrossamento delle palpebre assieme a prurito; Graphytes 7 ch, molto utile se croste e secrezione sono di una certa entità.

Un infuso di fiordaliso e camomilla può essere indicato tra i rimedi fitogemmoterapici (da utilizzare con cautela se c’è una familiarità allergica). Utili sono anche i colliri di Euphrasia o Euphrasia-camomilla.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.