Autonomia del bambino

autonomia

L’autonomia del bambino è il prodotto della maturazione affettiva che avviene attraverso un lungo processo di separazione dai genitori e che si completa con gli sconvolgimenti emotivi, cognitivi e fisiologici dell’adolescenza.

Definire l’autonomia di ‘ogni’ bambino non è però così semplice, non solo per i cambiamenti che avvengono in rapporto all’età evolutiva ma anche per la difficoltà di trovare caratteristiche simili per quella meta che rimane molto soggettiva. Il concetto di autonomia è personale e va completandosi grazie al background culturale ed educativo in cui si vive. 

Nella prima infanzia la separazione si caratterizza per due processi susseguenti: la differenziazione e l’individuazioneAlla nascita il bambino vive il proprio essere, cioè il proprio corpo e la propria mente, come un tutt’uno con l’essere della madre: si tratta dello stadio ‘fusionale’ tra madre e bambino.

Nel primo mese vive in uno stato di totale disinteresse per gli stimoli esterni in quanto non è in grado di differenziare il proprio mondo interno da quello esterno. Totalmente dipendente dalla madre, il neonato esiste in funzione delle cure materne delle quali non ha alcuna consapevolezza ma che percepisce come gratificazioni (per esempio la vicinanza del seno materno) alternate a frustrazioni (per esempio lo stato di fame).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.