Autonomia del bambino a tavola

autonomia alimentazione

Intorno ai 2 anni il bambino inizia a diventare indipendente a tavola e comincia a mangiare da solo. Anche se questo comporta che sporchi dappertutto non sapendo ancora utilizzare le posate, è bene lasciarlo fare perché per lui è un’espressione di autonomia.

E’ importante non dimostrarsi troppo rigidi nella scelta della quantità e della qualità del cibo perché il bambino è in grado di autoregolarsi e di esprimere le sue preferenze. Quando non vorrà più mangiare da solo è possibile che cominci a fare dei capricci e se inizia ripetutamente a curiosare nei piatti dei fratelli o dei genitori allora è il caso di farlo mangiare a tavola con tutta la famiglia. Quando il bambino viene messo al tavolo con gli altri, è bene non imboccarlo o tenerlo in braccio ma accomodarlo nel suo seggiolone o in quei pratici seggiolini agganciabili al tavolo (che possono essere utilizzati anche fuori casa).

► Alimentazione del bambino

Se il bambino, nonostante sia più grandicello, continua a dimostrarsi ostile al cibo al momento della pappa, mangia malvolentieri o tende a sputarlo è consigliabile non rimproverarlo ma magari approfittare del momento di difficoltà e lasciarlo in mezzo ad altri bambini che mangiano: per il principio d’imitazione questo dovrebbe aiutarlo a seguire il comportamento degli amichetti. Se invece il problema persiste, allora è opportuno consultare un pediatra.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.