Antibiotici per i bambini

antibiotici

Gli antibiotici sono sostanze chimiche prodotte naturalmente da varie specie di microrganismi, come per esempio batteri e funghi, oppure ottenute artificialmente in laboratorio, capaci di sopprimere altri microrganismi o di impedirne la crescita.

Come per gli adulti, e soprattutto per i bambini, l’uso degli antibiotici deve essere somministrato in maniera responsabile; trattandosi di un farmaco potente, sarà il pediatra a decidere tempi e modalità di somministrazione. L’utilizzo inappropriato di un antibiotico può risultare infatti inutile (come nel caso delle infezioni da virus, contro i quali gli antibiotici sono inefficaci) o, per molte ragioni, addirittura dannoso.

Gli antibiotici sono indicati per curare infezioni causate da batteri, mai per influenza o raffreddore.

Se nelle secrezioni nasali il bambino presenta del muco verde o giallo, non è detto che si tratti di un’infezione batterica. Spesso i genitori formulano delle diagnosi errate ed affrettate ma non bisogna assolutamente somministrare degli antibiotici.

La terapia a base antibiotica prescritta dal medico va portata a termine per evitare complicazioni o rischiare ricadute; anche se le condizioni del bambino migliorano bisogna portare a termine la cura per evitare che la terapia si riveli inefficace.

Terminata la terapia, è opportuno buttare via gli antibiotici già aperti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.