Andropausa e perdita di capelli

In genere, i capelli crescono al ritmo di un centimetro ogni 2 settimane e quando ne cade uno è già pronto un altro bulbo per rimpiazzare quello perso.

Negli uomini in andropausa questo processo non funziona come dovrebbe perché i cicli di crescita dei capelli sono interrotti, fenomeno che inizialmente si manifesta come una crescita irregolare di alcune ciocche di capelli, dove i vecchi capelli vengono spinti fuori da quelli nuovi.

L’andropausa è un periodo di squilibrio ormonale, ed è proprio la mancanza di stabilità ormonale e di omeostasi (equilibrio olistico) nel corpo che causa la perdita di capelli.

Se si desidera mantenere i capelli al loro posto, una delle prime cose che si possono fare è quella di iniziare a fare dell’attività fisica. L’allenamento, infatti, inverte il processo di invecchiamento e è stato dimostrato che ha un buon effetto anche nella prevenzione della calvizie.  In commercio ci sono anche prodotti specifici contro la perdita di capelli che possono aiutarvi.

Una causa secondaria della perdita dei capelli negli uomini che sono in andropausa è lo stress. Più specificamente, lo stress aumenta i livelli di cortisolo e di cortisone (noti come ormoni dello stress) nel sangue. Anche non mangiare in modo sano e equilibrato accelera la perdita di capelli.

Praticamente è qualsiasi attività che accelera il processo di invecchiamento che, a sua volta, accelera la perdita di capelli. Quindi state lontano da bevande contenenti caffeina, fast food e dal il fumo di sigaretta per poter continuare a passare le mani attraverso la vostra folta criniera più a lungo.

Commenti

Articolo precedente
Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.