Guardare il partner senza sentirsi inferiori

Possiamo ammirare qualità e capacità in altri senza sentirci per questo inferiori rispetto a costoro. Significa solo che dobbiamo farlo con un sentimento di uguaglianza e non come fossimo una creatura indegna che ammira qualcuno molto migliore di noi.
L’amore è davvero qualcosa di molto più grande di noi come individui. In un certo senso, l’amore è un processo. Il modo in cui amiamo ha a che fare con il modo in cui rispondiamo in questo processo. Può avere poco a che fare con l’altra persona, perché noi risponderemo allo stesso modo all’interno di quel processo con qualcun altro.

Se la nostra risposta d’amore è quella di cercare di sollevare l’altra persona, abbassando noi stessi  allora queste saranno le nostre esperienze del ‘processo’ d’amore. Sperimenteremo l’essere stati ridotti e sminuiti quando amiamo.

Se la nostra risposta d’amore è quella di risollevare noi e l’altra persona anche- allora sarà la nostra esperienza d’amore.  Sperimenteremo l’amore come rianimante e ricco di sensazioni da vivere insieme. Sì, possiamo ancora avere le nostre delusioni, ma, nel complesso, ci innalzerà e non sminuirà.

Abbiamo bisogno di guardare la nostra risposta al processo di amore e di vedere che è diversa dall’oggetto del nostro amore. In questo modo saremo in grado di trovare modi più abili per esprimere come ci sentiamo.

E l’espressione d’amore è una competenza. Una delle più alte, ma è ancora una capacità. È qualcosa che deve essere appreso, spesso attraverso tentativi ed errori. Non ha senso abbatterci quando facciamo un errore perché è solo una parte del processo di apprendimento dell’abilità.

Parte del processo è imparare a stare bene con noi stessi come parte della nostra esperienza di relazione con gli altri. Se tentiamo di escludere noi stessi dalla nostra capacità di amare, questo è ciò che ci spinge a sacrificarci per l’immagine che ci facciamo dell’altra persona.

Allora cominciamo a guardare all’altra persona come se fosse fonte d’amore nella nostra vita. Che è una cosa pericolosa da fare per un altro essere umano fragile e ironico. È pericoloso in quanto è dare troppo potere ad un’altra persona, soprattutto quando si tratta di qualcuno di cui potremmo non sapere nulla (tranne che è “così meravigliosa”…).

Dobbiamo riconoscere la fonte dell’amore nella nostra vita. Si tratta di una parte più profonda e più saggia di noi stessi, che vive dentro di noi in attesa di riconoscimento. Questa è la nostra vera fonte di potere personale e la nostra vera fonte di amore.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.