Allergia e intolleranza al latte vaccino

Quando si parla di allergia o intolleranza al latte vaccino bisognerebbe specificare che si tratta di un’allergia alle proteine contenute nel latte.

La differenza tra intolleranza e allergia al latte vaccino è che nella prima ne risente il sistema metabolico mentre nelle allergie è il sistema immunitario.

Solitamente, se la mamma non allatta al seno, il latte vaccino viene somministrato ai neonati attraverso l’allattamento artificiale e con il cosìdetto latte adattato.

Sono proprio i bambini che assumono il latte vaccino artificialmente che presentano in maniera più frequente l’allergia o l’intolleranza a questo tipo di latte.

Per quanto riguarda i bambini allattati al seno, questa si verifica solo se c’è predisposizione nel neonato e se la mamma assume durante durante la gravidanza latte e latticini. E sono soprattutto i bambini al di sotto di 1 anno a svilupparle (il 2,5% dei casi). L’allergia o intolleranza al latte vaccino solitamente si presenta attraverso questi sintomi: vomito, diarrea, coliche addominali, indebolimento muscolare e stanchezza.

Oltre a seguire scrupolosamente i consigli del medico bisognerà alimentare il bambino con latte dietetico specifico (come il latte di riso o il latte di soia).

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.