L’allattamento misto

Si tratta dell’allattamento che integra il latte artificiale con il latte materno.

Questo tipo di allattamento viene utilizzato se la mamma deve allontanarsi per un breve periodo dal bambino, se il suo latte non è sufficiente o se deve necessariamente abbandonare l’allattamento per una malattia o per il rientro al lavoro.

Ci sono due diverse modalità per effettuare l’allattamento misto:

Somministrazione del biberon al neonato subito dopola poppata al seno. E’ importante che il bambino venga pesato prima e dopo la poppata al seno per percepire quanto latte è riuscito ad assumere, e di conseguenza regolare la dose di latte artificiale necessaria.

Alternare un pasto al seno con uno artificiale: solitamente il latte con il biberon viene somministrato nelle ore serali, quando il latte materno è più scarso. Bisogna prestare attenzione però perchè il bambino tende a preferire il biberon essendo più semplice per lui succhiare dalla tettarella.

Integrando il latte artificiale a quello naturale diminuisce la suzione al seno e aumentano le probabilità che diminuisca la produzione di latte, poichè la ghiandola mammaria è meno stimolata.

Prima di procedere con l’allattamento misto, nelle prima 4-6 settimane di vita, è utile tentare di tenere attaccato al seno il bambino il più possibile così che aumenti la produzione di latte.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.