Allattamento misto e svezzamento

Questo tipo di allattamento viene spesso adottato come un momento di passaggio verso lo svezzamento totale.

L’allattamento misto viene spesso utilizzato se la mamma deve allontanarsi per determinati periodi dal bambino. Anche in questi casi, però, anzichè abbinare il latte artificiale a quello materno, è più utile spremere il latte materno e conservarlo in bottigliette sterili o negli appositi involucri in plastica (se conservato in frigorifero si ricordi di non tenerlo per più di 24 ore, se in freezer anche per un periodo più lungo, per utilizzarlo al momento del bisogno).

Nei casi in cui la mamma deve riprendere l’attività lavorativa o in presenza di una malattia, l’allattamento misto è la soluzione più ideale per abituare il bambino al nuovo latte. E’ importante che la transizione avvenga in maniera graduale, prima con la sostituzione di un solo pasto matenro con quello artificiale per poi arrivare dopo 8-10 giorni circa alla sostituizione totale di tutti i pasti.

Aiuta tantissimo le mamme a recuperare le energie e il bambino, affinchè si abitui quanto prima ai nuovi sapori. I bambini, inoltre, si abiuteranno prima a masticare (e le mamme potranno evitare di frullare tutti gli alimenti per un periodo prolungato) e a gestire pasti e orario.

 

Commenti

Articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.