Aggressività dei bambini (dopo l’ottavo mese)

Aggressività fratelli

Nel corso della loro crescita, tra gli 8 mesi e i 3 anni circa, i bambini presentano atteggiamenti aggressivi come fare dei piccoli dispetti alla madre o danneggiare i propri coetanei.

Questi comportamenti non sono delle vere e proprie manifestazioni aggressive, piuttosto reazioni che possono derivare dal difficile processo di distacco dalla madre (come la crisi dell’ottavo mese) o espressioni del loro personale senso di onnipotenza. Attorno ai 2 anni circa d’età i bambini attraversano la cosiddetta ‘fase del no’, quella fase di profonda opposizione utile nel processo di separazione dalla madre. In questo periodo tenderanno  a mostrare spesso collera nei suoi confronti, conflitto, fino ad esprimersi con veri e propri pugni o morsi. Il bambino vuole a tutti i costi affermare la propria indipendenza e autonomia con il suo fare ribelle e di determinazione e, se non ci riesce con i suoi ‘no’, allora passa ai fatti.

Aggressività dei lattanti

Altri atteggiamenti aggressivi tipici sono quelli dimostrati nei confronti dei fratelli: il fratello più piccolo insiste con i suoi pianti e le sue crisi di collera perché magari è vittima dei dispetti del fratello maggiore che ancora non riesce a superare la gelosia per la sua nascita.

A partire dai 3 anni, poi, inizia il processo di identificazione sessuale con i conflitti tipici quali il complesso di Edipo e di Elettra che portano a manifestazioni di aggressività. E’ in particolare nei maschi che si rivela l’ostilità e la rivalità con il padre (genitore dello stesso sesso).

In tutte le situazioni descritte possono esserci d’aiuto le medicine dolci, efficaci per contrastare irritabilità e nervosismo.

► Medicine dolci in difesa del sistema immunitario del bambino

Per una cura omeopatica: Stramonium 30 ch, indicato per quei bambini che soffrono di crisi di rabbia e incubi notturni; i sintomi possono comparire dopo l’assunzione di farmaci come, ad esempio, il cortisone. Cina 30 ch, ideale se il bambino è irritabile e presenta convulsioni (potrebbe soffrire di disturbi digestivi). Chamomilla 30 ch se il bambino si arrabbia specialmente se viene contraddetto e si calma portandolo a fare un giro in automobile.

Per quanto riguarda la fitogemmoterapia si consiglia la Tilia tomentosa mg 1 dh, che svolge un’azione sedativa e calmante ma non procura sonno.

Infine, per l’ologoterapia, Lithium in fiale, molto utile se il bambino è violento e aggressivo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.