100 anni di moda femminile (e maschile) in 2 minuti

Cosa sarebbe stato il mondo senza la moda? Sicuramente meno bello e divertente di quello di adesso. La moda, le tendenze, ci aiutano a scoprire lati estetici inediti e ad apprezzare la bellezza in tutti i suoi aspetti. Oltre che a valorizzare noi stessi.

Il video che oggi vi vogliamo proporre, pubblicato da Mode.com, ha come argomento proprio la moda e lo stile, in particolare quello degli ultimi decenni, riassunto in soli due minuti.

moda

Mode è una piattaforma per la creatività di recente introduzione, che offre al suo pubblico non solo tanto divertimento, ma anche storie ispiratrici e video interessanti.

In termini di visualizzazioni su YouTube, la loro opera più famosa è la serie “100 anni di moda”, una serie di video che in pochissimi minuti condensa le tendenze assunte dallo stile nel corso dei secoli. Tra i suoi video, “ModaUomo” è al top, seguito da “Lingerie” – un video che vi abbiamo proposto in precedenza – e “Donne”.

Recentemente hanno pubblicato un video che propone l’accostamento side-by-side degli sguardi femminili e maschili sulle tendenze della moda del Novecento dal 1915 ad oggi, chiedendo agli spettatori “Chi le indossa meglio?”

Ci si può chiedere allora il motivo per cui questi cambiamenti hanno avuto un senso storicamente, osservando come gli abiti si completano a vicenda, e mettendo in evidenza le tendenze di ritorno – notare, per esempio, un vestito da donna nel 2015 a confronto con una mise maschile del 1955.

Gli utenti di YouTube hanno espresso un certo sentimento di delusione per le tendenze più recenti, – alcuni possono essere una pillola difficile da ingoiare soprattutto dopo aver visto un paio di gruppi più eleganti – mentre altri hanno cestinato gli abiti del passato, vale a dire quelli osservati negli anni ’80.

E voi? Avete mai avuto nostalgia per il passato (in tal caso, fateci sapere per quale decennio) o siete grati per le collezioni di abbigliamento casual di oggi?

100 anni di moda femminile (e maschile) in 2 minuti

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.