Stash e i The Kolors: ecco la vera storia della band rivelazione del 2015

Nel corso del 2015 hanno fatto incetta di vittorie: sono stati infatti i vincitori della quattordicesima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi, nel contesto della stessa trasmissione si sono aggiudicati il premio della critica e dei giornalisti, sono stati poi i vincitori della prima e della quarta puntata della terza edizione del Coca-Cola Summer Festival e infine hanno portato a casa il Premio CD Oro per il loro album Out ai Wind Music Awards 2015, le Cuffie d’Oro al My Best Radio Artist e sono stati eletti artista rivelazione dell’anno al Medimex. Stiamo parlando di Stash e i The Kolors, la band rivelazione italiana che non ha mai smesso di credere nella possibilità di entrare nel mondo delle rock star. 

Per chi ancora non li conoscesse, loro sono i The Kolors, tre ragazzi originari della provincia di Caserta, che il pubblico chiama ormai anche per nome. Il gruppo è infatti formato da “Stash” Fiordispino, voce e chitarra, il cui vero nome è però Antonio, Alex Fiordispino, alla batteria e alle percussioni e Daniele Mona, alla tastiera, grande appassionato di sintetizzatore e percussioni.

Il nome della band, The Kolors, ha voluto essere una specie di omaggio a tutte le influenze musicali che li hanno guidati nel raggiungimento del sound specifico, che, nelle parole dello stesso Stash, risente di più componenti, dal punk, alla musica anni ’80, allo stile contemporaneo, come un’insieme di sfumature che sono andate a formare, strato dopo strato, il colore generale del gruppo.

Stash e i the-kolors

Del resto, prima di arrivare alle vittorie del 2015 i tre giovani rocker hanno dovuto percorrere molta strada. Questa infatti è la loro storia.

Stash e i The Kolors: la storia della band

Da sempre appassionati di musica, la band si è formata a Napoli nel 2010 ma la sua vera attività si è svolta poi a Milano, dove nello stesso anno sono diventati la resident band de “Le Scimmie“, un noto locale milanese. L’anno successivo, nel 2011 hanno realizzato il loro primo inedito I Don’t Give a Funk e in seguito, nel 2012, hanno potuto aprire come gruppo spalla i concerti italiani di Paolo Nutini, Gossip e Hurts. Per il loro primo inedito I Dont’ Give a Funk viene realizzato anche un video per MTV New Generation.

Le loro prime esibizioni all’interno di grandi show sono proseguite anche nel corso del 2013 quando hanno aperto i concerti italiani degli Hurts, degli Atoms For Peace e di Elio e le storie tese.

Originari di Cardito, un piccolo paese in provincia di Caserta, che dopo il successo ha concesso loro la cittadinanza onoraria, hanno fatto però il loro vero ingresso nel mondo dell’industria discografica grazie al loro primo album, I Want, che è stato pubblicato nel 2014 con l’aiuto di Vichi Lombardo, produttore di videoclip musicali, di Enzo Zangaglia, dal mondo delle etichette indipendenti, e Rocco Tanica, degli Elio e le Storie Tese, che collabora agli arrangiamenti.

Il loro primo album, I Wantuscito il 19 maggio del 2014, ha preceduto di un anno esatto l’uscita del secondo. Nel corso dei dodici mesi che hanno separato le due uscite, tuttavia, la band dei The Kolors ha vissuto intensamente l’esperienza di Amici 14, che li ha accompagnati per tutto il 2015 e li ha portati definitivamente al successo. Ad averli voluti fortemente ad Amici 2015, è stato Francesco Sarcina, che ha sempre creduto nel loro talento, vedendo giusto.

Sono stati infatti accolti nella Squadra Blu diretta da Elisa, che li ha fortemente voluti al suo fianco e non ha mai smesso di credere nel loro talento, esprimendo il suo piacere a collaborare con la band anche dopo la conclusione della trasmissione televisiva di Amici, come in effetti è avvenuto in occasione del successivo Coca-Cola Summer Festival, in cui la band ha duettato con la cantante con il brano Realize nel corso delle terza puntata e con il brano Everytime, vincitore della prima e della quarta puntata.

Stash d i The Kolors

Ad Amici i tre giovani hanno imposto la loro presenza sin da subito, dopo aver vinto la sfida con un allievo della scuola, Leslie Sackey, sabato 10 gennaio 2015 e in seguito conquistando l’affetto e la simpatia del pubblico italiano.

Siamo sicuri infatti che anche coloro che ancora non conoscono i The Kolors o Stash Fiordispino hanno già ascoltato la loro musica. Il loro singolo Everytime è stato infatti in un certo senso la canzone dell’estate 2015 dopo che il marchio Vodafone l’ha scelta come colonna sonora dei suoi spot estivi. Il singolo Everytime, era stato pubblicato dalla band già durante la partecipazione al programma Amici, il 3 maggio 2015, e in quell’occasione dopo poche ore aveva già raggiunto la prima posizione della classifica iTunes, facendo ben sperare nel grande successo che ha poi conseguito.

Il 19 maggio dello stesso anno, tuttavia, Stash e i The Kolors hanno pubblicato anche il secondo album, dal titolo Out, che ha esordito al primo posto della classifica italiana degli album ed è stato certificato triplo disco di platino in Italia per aver venduto oltre 150.000 copie. Infatti questo singolo è stato trasmesso successivamente da una radio di Los Angeles e l’album è diventato presto disco d’oro. La band si è aggiudicata così anche il Premio per i Music Awards, premio assegnato agli artisti che hanno venduto già 35000 copie.

La vittoria che li ha consacrati al successo mediatico e televisivo è arriata con la finale di Amici del 5 giugno 2015, in cui i The Kolors si sono cimentati in una serie di cover (tra cui You Are Not Alone di Michael Jackson, uno degli artisti da cui si dichiara più ispirato il gruppo) e pezzi inediti tratti dal loro album Out. In quell’occasione i tre giovani musicisti hanno potuto ricevere anche un premio da 50 mila euro come incentivo alla loro carriera.

La storia dei The Kolors non si è fermata però all’estate 2015, ma è proseguita con l’uscita di altri due attesissimi singoli: in autunno è stato pubblicato infatti il terzo singolo estratto da Out, Why Don’t You Love Me?, per il quale la band ha realizzato anche un videoclip. Il 29 novembre scorso il gruppo ha invece presentato, attraverso il programma televisivo condotto da Fabio Fazio Che tempo che fa il singolo inedito OK anticipando di lavorare ad una riedizione del suo secondo album.

Stash e i the kolors

In più, il 2015 si è presentato già pieno di appuntamenti per questi tre giovani musicisti arrivati al successo in cosi breve tempo, che sono stati senza dubbio apprezzati da tutti i fan che desideravano vedere la loro band dal vivo dopo averla seguita a lungo in tv. Nell’estate del 2015 c’è stato anche il loro primo tour. In programma ci sono state anche date di concerto: i The Kolors sono infatti esibiti il 10 luglio 2015 a Roma presso la Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, e in un secondo appuntamento a Milano all’interno della manifestazione Estathe Market Sound.

Vediamo ora più da vicino chi sono effettivamente i tre rocker che compongono il gruppo.

Stash e i The Kolors: chi è Stash Fiordispino

Come è tradizione accada in tutte le rock band, l’anima del gruppo è un po’ il suo cantante, Stash Fiordispino, chitarra e voce, come abbiamo detto, ma anche, all’occorrenza basso, pianoforte, sintetizzatore, percussioni. Il suo rapporto con la musica è iniziato infatti in tenera età ed presto diventato un polistrumentista. Per inseguire il suo sogno di sfondare nel mondo della musica ha fatto davvero di tutto, anche esportato (o meglio “spacciato”, come ha confessato lui stesso!) mozzarelle di bufala campane a Londra per mantenersi all’estero.

“Sono fiero di me e della mia band: siamo passati dal vendere mozzarelle al disco d’oro”.

Nato il 7 luglio del 1989, a Caserta, è cresciuto ascoltando soprattutto i Queen, i Pink Floyd e Michael Jackson, band ed artisti che tuttora continuano ad influenzarlo, e grazie a sua padre, che possiede uno studio di registrazione a Napoli, ha potuto ascoltare dal vivo molti altri grandi artisti italiani, tra cui Pino Daniele.

“Sono stato consumato dalla musica, ci sono migliaia di band e artisti che ho assorbito e ai quali mi ispiro tuttora”.

L’idea di avere una band era uno dei suoi sogni sin da quando frequentava le scuole medie, da quando ha ascoltato Novecinquanta di Frizt Da Cat, ma ha dovuto aspettare i tempi del liceo per vederlo realizzato almeno in parte. E’ allora infatti che ha conosciuto i musicisti che avrebbero poi cominciato a suonare con lui, Daniele Mona e Alex Fiordispino. Per poter realizzare il suo sogno, tuttavia, una volta conclusa la scuola superiore si è dovuto spostare prima a Milano, dove vive attualmente, e poi a Londra, soprattutto per perfezionare l’inglese. A Milano si era trasferito in un primo tempo per frequentare l’Accademia di Brera. L’esperienza londinese lo ha portato invece a vivere una full immersion nella cultura britannica vivendo a contatto con famiglie che parlassero solo l’inglese per poter migliorare sempre di più la sua intonazione e la sua provincia.

The kolors

Sguardo profondo, capelli scuri, 1,87 di altezza per 72 kg di peso, prima di arrivare al successo Stash ha fatto anche molta gavetta: oltre ai suoi viaggi in giro per l’Europa – la band si è esibita in passato anche a Stoccolma, Berlino, Londra – è comparso infatti su una tv locale alla guida di un programma dedicato a video musicali. Oggi è però fiero del suo successo, anche se questo non ha modificato l’essenza del suo carattere: odia sempre infatti le sale di attesa e cerca di dire sempre quello che pensa.

“In discoteca da ragazzino ho detto parecchie bugie: dicevo di essere più grande di quanto effettivamente ero per rimorchiare di più”

Inguaribilmente romantico – ha infatti un tatuaggio dedicato alla sua ragazza – il suo sogno anche dopo aver conquistato la vetta resta sempre uno: suonare alla Wembley Arena. E ora è più vicino che in passato.

Stash e i The Kolors: chi è Alex Fiordispino

Il batterista dei The Kolors è invece Alex Fiordispino, il quale, come gli altri componenti del gruppo, si innamorato della musica sin dalla più giovane età. La sua passione si manifesta in particolare per la batteria e resta assolutamente folgorato da band indie come gi Arctic Monkeys e i The Strokes, che ancora oggi costituiscono per lui una inesauribile fonte di ispirazione. Alex, tuttavia, ama anche anche la musica elettronica, in particolare l’elettronica della Ed Banger e all’occorrenza suona anche lui le percussioni.

Stash e i The Kolors: chi è Daniele Mona

Il terzo componente della band dei The Kolors è Daniele Mona, tastierista e appassionato di sintetizzatori. Lo vediamo infatti sempre impegnato tra il sintetizzatore, la talk box, il basso, e le percussioni. La sua passione è la musica anni ’80, che costituisce anche uno dei suoi punti di riferimento e per tale motivo nutre un amore viscerale per il sound dell’elettronica. Non tutti sanno però che la sua vera formazione come musicista è avvenuta attraverso un altro strumento: il suo primo strumento è stata infatti la batteria e si è dedicato alla musica elettronica solo dopo averla abbandonata. Oggi i suoi idoli e i suoi artisti simbolo sono i Beatles e i Chromeo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.