Palmira: 13 rare foto delle rovine dell’antica città della Siria

La città siriana di Palmira, che significa letteralmente “città delle palme”, ​​ospita le rovine monumentali di una antica città-oasi, che risale a prima del I secolo d.C. Alcuni reperti ritrovati a Palmira hanno infatti fornito prove di insediamenti risalenti fino al 7500 a.C.

Una volta sosta obbligata nel deserto siriano per i viaggiatori, Palmyra è diventata una città vivace sotto l’impero romano, e le sue enormi ricchezze hanno permesso la costruzione di monumenti significativi e strutture architettoniche di grande importanza. L’arte di Palmira, i suoi templi,i suoi cimiteri, e le statue sono un così grande tesoro per l’umanità che la città è stata indicata come patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1980.

Le seguenti immagini sono state scattate da Félix Bonfils, un fotografo francese che ha viaggiato attraverso il Medio Oriente dopo essersi trasferito a Beirut nel 1867. Il libro di immagini, fotografie di Palmira risalenti al periodo che va dal 1867 al 1876, fanno parte della collezione Myron Bement Smith presente nella Freer Gallery of Art e negli archivi dell’Arthur M. Sackler Gallery dello Smithsonian Institution di Washington, D.C.

All’inizio di quest’anno, la città – che era è passata da un impero all’altro nel corso degli ultimi 2000 anni – è stata conquistata dall’ISIS e rimane sotto il suo controllo. Da allora, il gruppo militante ha bombardato parti delle rovine con esplosivi e minacciato di distruggere tutte le statue e i reperti, che vengono considerati simboli di idolatria in quanto resti di civiltà pre-islamiche. Nel frattempo, i contrabbandieri sperano di trarre vantaggio dalla crisi trafugando e vendendo i suoi oggetti più preziosi.

Ma più di 100 anni fa, Bonfils ha catturato la maestà di Palmira nelle sue fotografie, e Robert Wood, viaggiatore e studioso britannico di antichità classiche, ha viaggiato in Siria e in Oriente con un ricco studioso di Oxford. Quando arrivarono a Palmira, Wood ha preso misure dei monumenti e ha abbozzato disegni delle antiche rovine romane, che si pensa possano essere tra le prime riproduzioni conosciute di Palmira, che testimoniano un nuovo interesse in Medio Oriente tra i viaggiatori occidentali.

longform-original-13741-1440663317-4

Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library

I lavori di Wood sono stati stampati all’interno di una collezione chiamata “Le rovine di Palmira, o Tedmore, nel deserto” nel 1753 a Londra.

Siria: 13 rare foto delle rovine della città di Palmira

longform-original-2869-1440662251-4 (1)

L’arco monumentale di Palmyra, noto anche come l’Arco di Trionfo di Settimio Severo, che fu costruito dall’imperatore romano nel III secolo. Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library

longform-original-22337-1440662706-3

Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library

longform-original-28079-1440662653-3

Il Tempio fortificato di Bel, dedicato a un gruppo di potenti divinità, è considerato il centro della vita religiosa a Palmira. Gli archeologi temono che il tempio potrebbe diventare il prossimo obiettivo ISIS, dopo che il gruppo ha bombardato il tempio di Baal Shamin all’inizio di questa settimana. Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library

longform-original-32141-1440662566-7

“Haliphat”, il busto in mezzo, è considerato uno dei reperti più importanti di Palmyra. La scultura, che è stata esposta allo Smithsonian nel mese di giugno, mostra una donna ingioiellata, che poggia due dita sulla sua guancia. Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library

longform-original-9553-1440662429-3

Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library

longform-original-8501-1440662348-8

L’arco collega le sezioni orientali e centrali del colonnato ed è uno dei siti più popolari per i visitatori di Palmyra. Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library

longform-original-24685-1440661741-7

Il Tempio di Diocleziano fu uno dei monumenti costruiti come parte di un presidio militare durante il regno dell’imperatore romano Diocleziano nel terzo secolo. Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library

longform-original-6950-1440661693-4

Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library 

longform-original-2400-1440661908-3

Il colonnato che si estende dal Tempio di Bel, a est del Tempio funerario posizionato a ovest. Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library

longform-original-18365-1440661437-3

Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library

longform-original-10781-1440661273-3

Il grande colonnato di Palmira è costituito da una serie di colonne greco-romane che si estendono per un po’ più di mezzo miglio ed è stato costruito in più fasi nel corso del secondo e terzo secolo. Freer Gallery of Art | Arthur M. Sackler Gallery Library, Smithsonian Institution Libraries

longform-original-4701-1440663549-12

Via | buzzfeed

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.