Perché la Svizzera è neutrale?

Volete sapere perché la Svizzera, a pochi passi di distanza dall’Italia e quasi posta nel centro geografico dell’Europa, ha avuto il privilegio, nel corso dei secoli, di non partecipare ad alcuna delle pur sanguinose guerre che hanno avuto luogo nel cuore del Vecchio Continente? 

akg2024673-low-jpg

A quanto pare si tratta di una tradizione antica, che, almeno secondo una parte degli storici, risale addirittura al 1515, ad una delle battaglie più cruente e importanti di tutto il Rinascimento. Si tratta della Battaglia di Marignano, oggi Melegnano, in Lombardia, più conosciuta però sotto il nome epico di Battaglia dei Giganti, epiteto che probabilmente rende meglio del primo l’importanza attribuita nei secoli allo scontro.

Nel corso di questo combattimento, avvenuto tra il 13 e il 14 settembre 1515, in una vasta pianura dove oggi –  a Melegnano appunto – è situato il termine nord dell’Autostrada del Sole, i mercenari svizzeri hanno subito una delle sconfitte più disastrose della loro storia. I mercenari della Confederazione elvetica erano infatti stati assoldati dagli Sforza – che alcuni anni prima si erano impossessati al posto dei Visconti del territorio di Milano – in occasione della discesa in Italia del re francese Francesco I, che voleva ripetere in quell’occasione, ma sotto migliori auspici – la conquista d’Italia del suo predecessore Carlo VIII.

Ma alleati dei francesi erano anche i Veneziani, e le truppe francesi unite a quelle a cavallo della Serenissima, inflissero agli Svizzeri una pesantissima sconfitta, che lasciò sul campo di battaglia almeno 20 mila morti e un numero imprecisato di feriti. Gli stessi comandanti vincitori rimasero profondamente colpiti dal loro numero.

Da allora, gli Svizzeri, impressionati dall’enorme disfatta e spinti in parte anche da motivazioni religiose – tra cui la predicazione di Zwingli – preferirono non intervenire nei successivi scontri fratricidi di cui fu teatro l’Europa. Questa loro determinazione venne infine ratificata nel 1815, durante il Congresso di Vienna, quando il Cancelliere austriaco Metternich sancì il principio della neutralità svizzera.

Oggi, dunque, a distanza di cinque secoli dalla Battaglia di Marignano, gli Svizzeri possono celebrare i loro primi 500 anni di neutralità.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.