I premi Oscar miglior attrice protagonista dal 1980 al 1989 (con VIDEO)

La storia degli Oscar, almeno per la categoria attrici, è piena di nomi femminili, di Oscar miglior attrice. Nei film di oggi e di un tempo non potevano certo mancare – e non sono mai mancati – i ruoli interpretati da donne. La stessa cosa non si può dire, però, di un altro riconoscimento assegnato dai giurati della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, il premio Oscar alla miglior regia. In questo campo, infatti, per anni se non per decenni, il predominio maschile è stato incontrastato. Pochissime sono state le figure femminili che sono riuscite ad aggiudicarsi una nomination al premio e solo una la fortunata che in più ottanta anni di Oscar è riuscita ad ottenere l’ambita statuetta dorata.

Ad oggi, infatti, Kathryn Bigelow è stata la prima regista donna a vincere il premio, nel 2010, per The Hurt Locker, mentre dall’altro lato ricordiamo le nomination di Lina Wertmüller per Pasqualino Settebellezze (1977), Jane Campion per Lezioni di piano (1994) e Sofia Coppola per Lost in Translation (2004).

L’Oscar miglior attrice protagonista

Numerose almeno quanto quelli degli attori che hanno avuto l’onore di conquistare un premio come protagonista sono invece i nomi delle dive della settima arte, perché a partire dal 1929, l’Academy ha insignito altrettante interpreti del grande schermo dell’ambito riconoscimento. Sotto un certo punto di vista possiamo dire che l’Oscar miglior attrice protagonista è da sempre stato interpretato come un premio dalle “pari opportunità”.

> I premi Oscar miglior attrice protagonista dal 1960 al 1969 (con VIDEO)

I premi Oscar miglior attrice protagonista dal 1970 al 1979 (con VIDEO)

Se siete curiosi di conoscere quali sono state le vincitrici dei premi Oscar alla miglior attrice protagonista del decennio che va dal 1980 al 1989, qui di seguito vi proponiamo in una lista tutti i nomi delle attrici vincitrici, i film interpretati, le nomination e i video originali delle cerimonie di premiazione.

oscar miglior attrice

I premi Oscar miglior attrice protagonista dal 1980 al 1989

Oscar miglior attrice protagonista 1980: Sally Field – Norma Rae

E’ Richard Dreyfuss a presentare la vincitrice del premio Oscar 1980, Sally Field premiata per la sua interpretazione di Norma Rae, film del 1979 diretto da Martin Ritt, in cui Sally Field recitava al fianco di Beau Bridges. Sally Field ritira il suo premio visibilmente emozionata  per il film impegnato sulle condizioni di lavoro della classe operai che aveva ricevuto in totale quattro nomination vincendo poi anche il premio Oscar per la miglior canzone.

Le aspiranti allo stesso riconoscimento da parte dell’Academy nel corso di quell’anno erano state Jill Clayburgh per E ora: punto e a capo (Starting Over), Jane Fonda per Sindrome cinese (The China Syndrome), Bette Midler per The Rose Marsha Mason per Capitolo secondo (Chapter Two).

Oscar miglior attrice protagonista 1981: Sissy Spacek – La ragazza di Nashville

La vincitrice del premio Oscar miglior attrice protagonista 1981 è stata Sissy Spacek con il film cult La ragazza di Nashville (Coal Miner’s Daughter), un film biografico diretto da Michael Apted, uscito nel 1980 che riguarda la storia, in parte romanzata, della cantautrice country Loretta Lynn, interpretata appunto dalla Spacek.

A premiare l’attrice sul palco degli Oscar c’è Dustin Hoffman, che accoglie l’attrice che nella stagione in questione, quella tra il 1980 e il 1981 aveva raccolto un grandissimo successo di pubblico. Non a caso l’attrice per la stessa interpretazione ricevette anche un Golden Globe, premio che andò anche al film musicale nel suo complesso.

Le concorrenti della stessa categoria che avevano ricevuto quell’anno la nomination per la migliore interpretazione femminile poi andato alla Spacek erano state Ellen Burstyn con il film Resurrection (Resurrection), la bionda Goldie Hawn per la sua interpretazione di Soldato Giulia agli ordini (Private Benjamin), Mary Tyler Moore con Gente comune (Ordinary People) e infine Gena Rowlands per Gloria – Una notte d’estate (Gloria).

Oscar miglior attrice protagonista 1982: Katharine Hepburn – Sul lago dorato 

Presentata dal premio Oscar Jon Voight, l’attrice che conquistò la statuetta dorata come miglior attrice nel 1982 fu ancora una volta Katharine Hepburn per la sua interpretazione di Sul lago dorato (On Golden Pond). L’attrice aveva già ricevuto altri tre Oscar nel corso della sua carriera, nel 1934 per La gloria del mattino, nel 1968 per Indovina chi viene a cena? e nel 1969 con Il leone d’inverno, raggiungendo così la cifra record di 4 Oscar vinti nella categoria miglior attrice, record ad oggi ancora insuperato. L’attrice non poté però essere presente sul palco della Notte degli Oscar per ritirare la sua quarta statuetta perché contemporaneamente impegnata in uno spettacolo di Broadway. Più tardi ricevette anche il premio BAFTA per la sua interpretazione.

Il film di Mark Rydell del 1981, supportato dalla presenza di due grandi attori, ricevette in totale tre Oscar, tra cui quello a Henry Fonda come miglior attore e quello per la migliore sceneggiatura non originale a Ernest Thompson.

A contendere insieme a Katharine Hepburne il titolo di miglior attrice protagonista c’erano quell’anno i nomi di molte altre grandi signore del cinem, tra cui Meryl Streep con La donna del tenente francese (The French Lieutenant’s Woman), Diane Keaton per Reds, la Susan Sarandon di Atlantic City, U.S.A. (Atlantic City) e Marsha Mason con Solo quando rido (Only When I Laugh).

Oscar miglior attrice protagonista 1983: Meryl Streep – La scelta di Sophie

E’ Sylvester Stallone a presentare Meryl Streep quale vincitrice della agognata statuetta per la migliore interpretazione femminile nel 1983, premiata per La scelta di Sophie (Sophie’s Choice), il film del 1982 diretto da Alan J. Pakula, tratto dall’omonimo romanzo di William Styron. Per questa interpretazione che rende ancora più drammatico il tema dell’olocausto, l’attrice premiata con un altro Oscar anche in futuro (riceverà infatti un altro Oscar come protagonista nel 2012 mentre un Oscar come miglior attrice non protagonista era già stato vinto nel 1980) ricevette un Golden Globe e un premio BAFTA.

Le attrici che nella stessa occasione erano state nominate per concorrere al premio Oscar miglior attrice protagonista 1983 erano il premio Oscar Julie Andrews per Victor Victoria, Jessica Lange con Frances, il premio Oscar Sissy Spacek per Scomparso – Missing (Missing) e infine Debra Winger per la sua performance al fianco di un giovanissimo Richard Gere in Ufficiale e gentiluomo (An Officer and a Gentleman).

Oscar miglior attrice protagonista 1984: Shirley MacLaine – Voglia di tenerezza

A ricevere il premio Oscar come miglior attrice 1984 fu Shirley MacLaine che viene premiata per Voglia di tenerezza (Terms of Endearment) pellicola del 1983 diretta da James L. Brooks. Sul palco a leggere i nomi delle attrici in lizza vediamo Rock Hudson e Liza Minnelli che accolgono una piangente – ridente Shirley McaLaine che oltre ai ringraziamenti di rito si lascia andare ad un toccante discorso. Nel film l’attrice, che per la sua interpretazione si aggiudicò anche il Golden Globe, recitava al fianco del premio Oscar Jack Nicholson, che nello stesso anno vinse il premio come miglior attore non protagonista.

In generale il film di Brooks fu molto apprezzato dalla critica e dai giurati dell’Academy. Ricevette infatti tante nomination e alla fine portò a casa cinque premi Oscar: oltre a quello dei protagonisti nominati, anche quello per miglior film, per miglior regia, e per la migliore sceneggiatura originale.

Diverse erano le candidate che quell’anno lottavano per la conquista del titolo di migliore attrice protagonista nel corso della Notte degli Oscar 1984. I giurati avevano infatti preso in considerazione le interpretazioni di Jane Alexander con Testament, del premio Oscar Meryl Streep in Silkwood, di Julie Walters per Rita, Rita, Rita (Educating Rita), e ancora Debra Winger sempre con Voglia di tenerezza (Terms of Endearment), in cui vestiva i panni di Emma Greenway Horton.

Oscar miglior attrice protagonista 1985: Sally Field – Le stagioni del cuore 

Sally Field fu la vincitrice dell’Oscar per la miglior interpretazione femminile nel 1985, grazie al film Le stagioni del cuore (Places in the Heart) girato nel 1984 e diretto da Robert Benton, che in modo più che delicato affrontava il tema del conflitto razziale. Il film, drammatico e storico al tempo stesso, valse alla sua protagonista femminile diversi riconoscimenti: oltre al premio Oscar, la Field fu premiata anche come miglior attrice ai Golden Globe. Il film di Benton invece ricevette un Award per la migliore sceneggiatura originale.

Le star del cinema che nel corso del 1985 si contesero il titolo di Miglior attrice protagonista venendo nominate per le loro interpretazioni furono Judy Davis per Passaggio in India (A Passage to India), Vanessa Redgrave per I bostoniani (The Bostonians), la già nominata Jessica Lange con Country e il premio Oscar 1981 Sissy Spacek con Il fiume dell’ira (The River).

Oscar miglior attrice protagonista 1986: Geraldine Page – In viaggio verso Bountiful 

A conquistare il premio Oscar per la miglior interpretazione femminile nel 1986, in una sensazionale ovazione di pubblico alla Notte degli Oscar fu Geraldine Page con il film In viaggio verso Bountiful (The Trip to Bountiful) pellicola del 1985 diretta da Peter Masterson, tratta da una omonima pièce teatrale di Horton Foote. Un viaggio di ritorno e di liberazione che mostra tutta la dignità della terza età. Per la sua performance la Page aveva ricevuto anche la nomination al Golden Globe come migliore attrice e altri premi dedicati sempre al ruolo della protagonista.

Il premio Oscar Anne Bancroft di Agnese di Dio (Agnes of God), la spumeggiante Whoopi Goldberg in Il colore viola (The Color Purple), Jessica Lange di Sweet Dreams e il premio Oscar Meryl Streep del film cult La mia Africa (Out of Africa), ispirato all’omonimo romanzo di Karen Blixen, sono state le altre attrice nominate per la ricezione del premio Oscar 1985.

Oscar miglior attrice protagonista 1987: Marlee Matlin – Figli di un Dio minore

Il premio Oscar alla miglior attrice protagonista 1987 viene consegnato a Marlee Matlin per la sua recitazione in Figli di un Dio minore (Children of a Lesser God), la pellicola basata su un’opera teatrale, poi trasformata in film da Randa Haines nel 1986. Per lo stesso ruolo l’attrice, sorda fin dalla nascita per un difetto genetico, ricevette anche un Golden Globe. In quell’occasione fu la più giovane attrice ad aver vinto un Oscar alla miglior attrice protagonista: aveva infatti la tenera età di 21 anni quando ricevette il premio.

Altre grandi attrici erano presenti quella sera alla Notte degli Oscar 1987 perché destinatarie di nomination che le candidava al ruolo di miglio attrice protagonista. Tra queste vi erano il premio Oscar Jane Fonda per Il mattino dopo (The Morning After), il premio Oscar e più volte nominata Sissy Spacek con Crimini del cuore (Crimes of the Heart), la bella Kathleen Turner per Peggy Sue si è sposata (Peggy Sue Got Married) e una giovane Sigourney Weaver per il suo ruolo in Aliens – Scontro finale (Aliens).

Oscar miglior attrice protagonista 1988: Cher – Stregata dalla luna

Il premio Oscar alla miglior attrice 1988 venne assegnato a Cher per la sua interpretazione in Stregata dalla luna (Moonstruck), film del 1987 diretto da Norman Jewison, vero successo del grande schermo. Fu infatti il film più visto nelle sale Usa durante tutta l’annata.

Il lavoro riuscì ad aggiudicarsi inoltre almeno tre Oscar: quello alla Miglior attrice protagonista con Cher appunto, quello alla Miglior attrice non protagonista a Olympia Dukakis e infine quello alla Migliore sceneggiatura originale a John Patrick Shanley. Per il suo ruolo fondamentale in questo film musicale Cher ricevette anche il Golden Globe e una serie di altre nomination e premi minori, a dimostrazione della grandissima forza di attrazione della  settima arte.

Nel corso della Notte degli Oscar 1988 erano presenti in sala perché insignite della nomination allo stesso ruolo di miglior attrice protagonista anche la bravissima Glenn Close di Attrazione fatale (Fatal Attraction), Holly Hunter per Dentro la notizia (Broadcast News), Sally Kirkland  con Anna e il premio Oscar Meryl Streep con Ironweed.

Oscar miglior attrice protagonista 1989: Jodie Foster – Sotto accusa 

Tom Cruise e Dustin Hoffman presentano l’attrice vincitrice del Premio Oscar miglior attrice protagonista 1989. Per il suo ruolo veritiero e difficile la statuetta dorata venne consegnata ad una giovane Jodie Foster per Sotto accusa (The Accused), film drammatico diretto da Jonathan Kaplan in cui la protagonista Jodie Foster recita al fianco di Kelly McGillis. Nella pellicola la prima ricopre infatti il ruolo di Sarah Tobias, mentre la seconda ricopre quello di Kathryn Murphy. Per la sua profonda interpretazione pur alla sua giovane età la Foster ricevette anche il Golden Globe e il David di Donatello.

Il film ha avuto il merito di portare sul grande schermo una tematica delicata come quella della violenza fisica sulle donne. Ispirato ad un fatto di cronaca, realmente accaduto nel Massachusetts, nel 1983, fu il primo lavoro a trattare un argomento tale in modo realistico.

Tra le attrice presenti in sala che avevano ricevuto la nomination per il ruolo miglior attrice protagonista, vi era Glenn Close con Le relazioni pericolose (Dangerous Liaisons), Melanie Griffith con Una donna in carriera (Working Girl), il premio Oscar Meryl Streep per Un grido nella notte (A Cry in the Dark) e una seconda nomination per Sigourney Weaver questa volta con Gorilla nella nebbia (Gorillas in the Mist: The Story of Dian Fossey).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.