A Chicago, la banca comprata per 1 dollaro e trasformata in galleria

Una vecchia banca del 1920, ospitata un tempo in un edificio fatiscente e abbandonato nel South Side di Chicago, in rovina da cima a fondo, con il tetto interamente crollato, e l’intero interno esposto alla neve e alla pioggia per anni, dovrebbe essere destinato solo ad una ditta demolitrice. Come tante altre strutture fatiscenti nella zona, questo sarebbe stato certamente il destino della Stony Island Savings & Loan, l’edificio dei primi del Novecento, se non fosse intervenuto l’ubanista di Chicagio Theaster Gates.

Armato solo di una titanica visione del suo progetto, Theaster Gates ha acquisito lo stabile della banca da 20.000 piedi quadrati per solo 1,00 dollaro dalla città di Chicago e ha dato vita ad un ripristino incredibile. Una riqualificazione architettonica che ha trasformato la banca in una galleria d’arte di livello internazionale.

stony-island-5

Proprio questo mese, infatti, in mezzo a tutto il trambusto della Biennale di Architettura di Chicago, le sue porte sono state spalancate al pubblico ed è stata data la possibilità di camminare attraverso la nuova Stony Island Arts Bank. E anche se la costruzione è completa, alcuni dettagli del passato della banca tra cui la vernice scrostata e i pannelli del controsoffitto danneggiati sono stati conservati per unire fisicamente il passato e il presente. Come mostrano queste foto.

stony-island-3

stony-island-10

La Stony Island Arts Bank è un posto che sfida con orgoglio ogni convenzione. Una cassa di risparmio e prestito della comunità, con infissi che risalivano al 1980 è stato trasformato in un centro artistico di livello mondiale nel bel mezzo di un grande comunità, grazie ad un mix di risorse e di idee coraggiose. E’ il tipo di posto che i leader civici propongono e i residenti sognano, ma per mille motivi non sembrano mai materializzarsi. Eppure ecco un vero gioiello d’architettura.

stony-island-7

L’idea di Gates si è ormai materializzata attraverso una piattaforma per le mostre e le commissioni site-specific, come residenza per artisti, e come sede per la Ricostruzione Foundation, un’organizzazione no-profit fondata dall’artista nel 2010, che mira specificamente a promuovere la cultura e lo sviluppo nei quartieri degradati e depressi. Inoltre, la banca delle arti ospita l’archivio dei vinile di Frankie Knuckles, considerato il “Padrino della House Music”, così come 60.000 diapositive presso l’Università di Chicago e la Scuola dell’Art Institute. È inoltre possibile trovare le riviste e la collezione personale di libri di John H. Johnson, fondatore di riviste come Ebony e Jet.

stony-island-1

In un comunicato stampa inviato al Chicago Reader Gates descrive la Bank Arts come “un’istituzione per il South Side”, “un santuario per la cultura afroamericana e la storia, un laboratorio per la prossima generazione di artisti neri”, e “uno spazio per i residenti del quartiere per preservare, avere accesso, ri-immaginare e condividere il loro patrimonio, nonché meta di artisti, studiosi, curatori e collezionisti alla ricerca di progetti e impegni che abbiano come tema la storia di South Side.”

stony-island-9

La prima mostra ospitata nell’edificio è stata quella dell’artista portoghese Carlos Bunga, la cui installazione Under the Skin presenta colonne di cartone torreggianti nella immensa galleria del primo piano della banca. L’impianto sarà senza dubbio utilizzato come luogo per gli artisti di colore, i membri della comunità, e altre persone che vogliano sperimentare e confrontarsi con il South Side, in un ambiente a cui Gates si riferisce come a un “laboratorio“.

stony-island-8

“Progetti come questo richiedono convinzione più di finanziamenti,” dice Gates a FastCompany. “Se non c’è una specie di fede, una motivazione e una aggregazione critica di persone che credono con voi, un progetto come questo non può avere luogo. La città sta cominciando a rendersi conto che ci potrebbero essere altri modi di immaginare il ‘ritorno sull’investimento’ e il guadagno finanziario.”

stony-island-4

È possibile visitare la nuova banca delle arti da Martedì a Sabato, dalle 11:00 alle 06:00.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.