I paesaggi dipinti sui tronchi d’albero di Alison Moritsugu

Quando i coloni europei arrivarono in tutto il Nord America nel corso dei secoli XVIII e XIX e rapidamente ampliarono il loro territorio, la convinzione diffusa era quella che si trattasse di un Destino Manifesto. In particolare, gli americani pensavano che i coloni americani fossero destinati ad espandersi in tutto il continente, con ogni mezzo necessario, a prescindere dal suo costo, dall’impatto ambientale che avrebbe potuto avere, o dal danno devastante che avrebbe potuto causare alle popolazioni dei nativi americaniLe opere d’arte del periodo, che rappresentavano soprattutto paesaggi, influenzate dalla tradizione pastorale europea, hanno però fatto in tempo a catturare la bellezza incontaminata del continente precedentemente non documentata, ma completamente sorvolata dalla realtà di ciò che stava realmente accadendo.

Ora questa bellezza cerca di essere recuperata anche dai nostri contemporanei. All’interno dei suoi quadri l’ artista Alison Moritsugu affronta quello strano accostamento a testa alta, scegliendo un letterale metafora di quel periodo a partire dal supporto. Sceglie infatti di dipingere sui tronchi di alberi abbattuti che usa come tela per i suoi dipinti ad olio, che trattano soggetti bucolici, o il tema della campagna, quella stessa campagna in cui quello stesso albero può essere una volta nato. In una fantastica collisione di storia dell’arte e consapevolezza ambientale.

Gli spigoli dei rami e i tronchi tagliati appaiono come finestre nel passato, raccontando una storia che solo gli anelli dell’albero conservano e possono raccontare. L’opera coincide con la sua dichiarazione dell’artista:

I pittori nel corso della storia dell’arte del barocco, del rococò e dell’Hudson River School hanno adattato le loro rappresentazioni della natura per servire una narrazione artistica. Oggi, le immagini photoshoppate di foreste verdeggianti e spiagge incontaminate ci invitano a vacanze e visioni di panorami mozzafiato, fornendo il falso senso di sicurezza che il deserto esisterà sempre. Esplorando la vista idealizzata della natura, il mio lavoro riconosce il nostro rapporto complesso e precario con l’ambiente.

Va notato con My Modern Met che, fedele alla sua missione, l’artista Alison Moritsugu utilizza segmenti di archivio recuperati da alberi caduti naturalmente, o alberi che altrimenti sarebbero trasformati in pacciame.

I tronchi dipinti di  Alison Moritsugu

Moritsugu_Wilderness_1998

Moritsugu_Wildernes_detail_1998

Moritsugu_Trophy_1998

Moritsugu_Mt_Lndsc_w_Waterfalls

Moritsugu_Log_Series_7

Moritsugu_Log_Series_3

Moritsugu_Log_Series

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.