Cindy Crawford festeggia 50 anni: una vita al top

Se non avesse fatto la modella, probabilmente sarebbe stata uno dei più avvenenti ingegneri chimici di tutto il mondo. Tutti però l’hanno conosciuta mentre calcava le più importanti passerelle dello star system. Cindy Crawford, uno dei volti più noti degli Stati Uniti, la top model che ha rivoluzionato l’industria del fashion, il prossimo 20 febbraio festeggerà 50 anni e con essi una vita intera piena di grandi successi e importanti vittorie.

La sua carriera è infatti iniziata prestissimo. Cynthia Ann Crawford, nata da Jennifer Sue Crawford-Moluf e John Dan Crawford, a 16 anni già posava per le prime foto di moda mentre l’anno seguente ebbe la fortuna di arrivare in finale all’Elite Model Management’s Look. A quei tempi Cindy, che era nata a DeKalb, nell’Illinois, nel 1966, ancora frequentava la scuola superiore locale, la DeKalb High School e completò gli studi solo nel 1984, quando la carriera di modella già l’aveva quasi completamente assorbita.

Cindy Crawford

Cindy Crawford, una vita per la moda

L’incontro con il mondo patinato del fashion era avvenuto in maniera piuttosto casuale per lei. Un fotografo l’aveva notata a quanto pare mentre raccoglieva pannocchie di mais in una azienda locali e, come accade solo nei film, le aveva chiesto di posare per un servizio. Fu l’inizio di una avventura durata tutta la vita, che l’avrebbe portata presto ad essere il nuovo volto dell’agenzia di modelle Elite di Chicago. La sua carriera non si arrestò lì, però, ma la portò in breve tempo a New York, al fianco di Victor Skrebneski, un famoso fotografo di Chicago.

Fu proprio a causa del trsferimento e dei suoi numersi impegni che decise di interrompere gli studi di ingegneria chimica alla Northwestern University, per i quali aveva ricevuto anche una borsa di studio. Ma la vita aveva in serbo qualcosa di diverso per Cindy Crowford. Nel giro di poco tempo il suo volto divenne uno dei più noti in America nel settore della bellezza. La Revlon, colosso statunitense del make up, la volle come sua testimonial, grazie anche al vezzo di quel piccolo neo poco sopra il labbro che sarebbe diventato il suo marchio distintivo.

Quelli tra la fine degli anni ’80 e la metà degli anni ’90 furono gli anni in cui la sua immagine troneggiava praticamente ovunque dai cartelloni pubblicitari del mondo beauty. Le sue gigantografie avevano il potere di distrarre i conducenti alla guida: fu per questo motivo che le autorità norvegesi furono costrette a rimuoverle quando videro la statistica degli incidenti stradali crescere a dismisura.

Quelli dei cartelloni pubblicitari non furono ovviamente gli ultimi servizi fotografici a cui si sottopose. Tutte le maggiori riviste femminili e di moda del tempo facevano a gara per pubblicare i suoi servizi: da Vogue, a W, da People, a ELLE, ad Allure. A proposito di scatti fotografici glamour, conquistò anche un altro primato: fu la prima top model a posare nuda per la rivista Playboy e questo le fruttò anche la possibilità di essere annoverata tra le cinque donne più sexy del ventesimo secolo.

In quegli anni una delle più belle e pagate top model del pianeta condivideva la sua vita con uno dei più desiderati attori di Hollywood: nel 1991 aveva infatti sposato l’affascinante Richard Gere.

Dopo aver raggiunto il successo, continuò a lavorare nel mondo della moda e della bellezza, del lusso e dei media. Divenne la testimonial di Omega, famosa marca di orologi, per la quale posa tutt’oggi. Nel frattempo si moltiplicarono per lei i contratti anche in altri campi: prova infatti la carriera di attrice, anche se non molto condivisa dalla critica, raggiungendo una discreta filmografia. Sia nella moda che davanti la macchina da presa, la sua presenza scenica è essenziale.

Dopo la fine del matrimonio con Richard Gere, nel 1995, a partire dal 1998 è sposata con Rande Gerber, ex modello, e ha avuto con lui due figli, Presley Walker (nato nel 1999) e Kaia Jordan (nata nel 2001). Negli anni 2000 la ricordiamo però soprattutto come imprenditrice. Con un patrimonio personale ormai molto elevato, si è interessata al business della bellezza, della moda e dell’arredamento. Pur rimanendo una delle 50 donne più belle di sempre, oggi è una imprenditrice affermata e rispettata con un occhio per il sociale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.