6 famosi attori e 6 registi che hanno smesso di andare d’accordo

A volte attori e registi non vanno d’accordo tra di loro. Questo può accadere perché l’attore o l’attrice in questione ha un pessimo carattere o perché lo ha il regista. Attori e attrici di solito hanno una cattiva reputazione. Si suppone che siano egocentrici e capricciosi e credano di essere al centro del mondo. Ma cosa succede quando il regista è così o, peggio ancora, quando al tempo stesso lo sono l’attore o l’ attrice e il regista stesso? 

Ciò può trasformare rapidamente qualsiasi rapporto di lavoro in un incubo. Ecco infatti 6 famosi attori e 6 registi di Hollywood che hanno smesso di andare d’accordo!

6. Michael Bay e Megan Fox

Megan-Fox-Transformers-2-1878

Michael Bay ha fatto di Megan Fox una stella quando l’ha inserita nei primi due “Transformers” e poi ha buttato via tutto quando l’ha licenziata dal terzo capitolo della serie. Ma con la stampa Megan non è stata da meno in merito a giudizi taglienti: “E’ come Napoleone e vuole creare questa cattiva reputazione di uomo folle”, ha detto. “Vuole essere come Hitler sul suo set. Quindi è un incubo lavorare con lui, ma quando si allontana dal set, e non fa il regista, Bay mi piace molto la sua personalità perché è così imbarazzante, così irrimediabilmente goffo. Non ha abilità sociali, ma è accattivante vederlo.”

Ci sono voluti anni, ma alla fine il regista si è fatto perdonare. Bay ha dato a Fox un ruolo in “Teenage Mutant Ninja Turtles”. “Era una delle persone più amabili che ho avuto accanto nel fare questo film”, ha detto Megan. “Ho sempre amato Michael. Abbiamo avuto le nostre battaglie in passato, ma anche quando sono stata molto schietta circa le difficoltà che abbiamo avuto, ho sempre continuato a dire che ho una particolare predilezione per lui”.

5. Tony Kaye e Edward Norton

05997a8290c58bc5d61c0af268444361

Quando il regista Tony Kaye era alla ricerca di un protagonista per “American History X”, non ha trovato nessuno, tranne Edward Norton. Purtroppo, non è riuscito a trovare nessun altro, così è stato bloccato l’attore candidato all’Oscar. Le cose sono andate particolarmente male tra i due quando è arrivato il momento di modificare il film. Secondo il taglio di Kaye era significativamente più breve rispetto alla prima versione e il distributore del film, la New Line, ha respinto la richiesta, sostenendo che essa non aveva alcuna somiglianza con la prima versione. Norton è stato poi chiamato a bordo per girare una terza versione, con grande orrore e sgomento di Kaye.

Kaye era così insoddisfatto per le modifiche finali a “American History X” che ha cercato di ottenere che il suo nome fosse rimosso dai credits. La Directors Guild of America ha respinto questa richiesta, così ha cercato di utilizzare il nome di “Humpty Dumpty”, che è stato anche respinto.

4. Kevin Smith e Bruce Willis

A Kevin Smith non piaceva lavorare con Bruce Willis. Ha diretto l’attore nel film “Cop Out” e ha definito l’esperienza “agghiacciante.” Secondo lui, Willis non era solo un dolore sul set, ma era anche una spina nel fianco quando è arrivato il momento di promuovere il film. Secondo quanto riferito, non si prestava per le foto e non si è presentato al party di chiusura del film. Smith ha preso questo episodio come opportunità per far sapere a tutti quanto detestava lavorare con questa star: “. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno lavorato al film, ad eccezione di Bruce Willis”.

shutterstock_126506219-450x674

Willis non ha mai risposto pubblicamente a qualsiasi critica di Smith. Forse gli piaceva lavorare con il regista di “Dogma”, o forse è solo l’abitudine di prendere la propria strada quando si tratta di brighe sul set.

3. Joel Schumacher e Val Kilmer

A Joel Schumacher non piaceva lavorare con Val Kilmer sul set di “Batman Forever”. Secondo lui, Kilmer era scortese con la maggior parte del team, cosa che lo ha spinto a intervenire. Ciò ha portato ad un disaccordo e non hanno più lavorato insieme da allora. Subito dopo l’incidente, Schumacher si è affrettato a buttare via la sua ex stella. “Val è l’essere umano più psicologicamente turbato con cui io abbia mai lavorato. Gli strumenti che ho usato per lavorare con lui – gli strumenti di comunicazione, di pazienza e comprensione – sono stati gli strumenti che uso per il mio figlioccio di 5 anni. Penso che abbia bisogno di aiuto”, ha detto.

Nell’ultimo anno, tuttavia, Schumacher ha detto alcune cose sorprendentemente belle su Kilmer. “Per me, Val Kilmer è stato il migliore come Batman,” ha detto. “Ho pensato che sembrava fantastico in quel costume, e ha portato una profondità al ruolo.”

2. Jake Gyllenhaal e David Fincher

Quando stavano lavorando su “Zodiac”, Jake Gyllenhaal e David Fincher non andavano davvero d’accordo. Secondo l’attore candidato all’Oscar, il regista era un po’ troppo duro con lui. “David sa quello che vuole, ed è molto, molto, molto intelligente. Ma a volte ci faceva fare un sacco di riprese, e ad un certo punto, perché aveva il computer sempre lì davanti, ‘eliminate le ultime 10′.” “E come un attore molto difficile da ascoltare”, ha detto Gyllenhaal al The New York Times.

Quando Fincher ha sentito parlare Gyllenhaal, ha inizialmente risposto scherzando. “Odio la serietà in termini di prestazioni,” ha detto. “Di solito da Take 17 la serietà non mi appartiene.”

1. Alfred Hitchcock e Tippi Hedren

THE BIRDS, Alfred Hitchcock and Tippi Hedren, in a publicity shot, 1963

THE BIRDS, Alfred Hitchcock and Tippi Hedren, in a publicity shot, 1963

Il debutto sullo schermo di Tippi Hedren è avvenuto con “Gli Uccelli” di Alfred Hitchcock. Mentre inizialmente l’esperienza le era piaciuta molto, ben presto crebbe fino a odiarla. Quando lei stava girando la scena in cui il suo personaggio viene attaccato in casa da un gruppo di uccelli, Hitchcock le aveva assicurato che gli uccelli sarebbero stati meccanici. Durante le riprese, però, ha usato gabbiani, corvi e cornacchie dal vivo, che sono stati scagliati contro di lei. E’ stato piuttosto pericoloso. Uno degli uccelli ha perso controllo e ha mancato di poco il suo occhio. Il suo medico le ha ordinato una settimana di riposo come cura, ma Hitchcock non glielo avrebbe permesso.

In questo periodo, Hitchcock ha anche cominciato a manifestare attenzioni indesiderate per Hedren, che le ha respinte. Così, ha rovinato la sua carriera. Ha pagato lei per il resto del suo contratto per non fare assolutamente nulla e ha fatto in modo di rifiutare tutti i ruoli che provenivano da altri studi.

Via | fame10

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.