5 famosi autori che hanno usato il rifiuto romantico come ispirazione

“Nessuno che ami può essere chiamato del tutto infelice,” ha scritto J.M. Barrie una volta. “Anche l’amore ha il suo arcobaleno nascosto”. Alcuni arcobaleni indugiano più a lungo rispetto ad altri. Quando i seguenti scrittori hanno visto il loro amore negato, hanno incanalato la loro angoscia nel loro lavoro. 

E’ la topica situazione del rifiuto romantico, da cui sono nati alcuni fra i più grandi capolavori della letteratura universale. Da un atto delicato di chiusura celeste ad una rivendicazione letteraria senza pari. Ecco cinque storie indimenticabili della letteratura di tutti i tempi ispirate ad un amore non corrisposto. 

Il rifiuto romantico come ispirazione letteraria: 5 immortali autori

1 Dante Alighieri

dante

La vera storia. Dante aveva nove anni quando ha visto per la prima volta Beatrice Portinari, la giovane figlia di un banchiere fiorentino. “Da quel momento in poi, l’amore ha completamente governato la mia anima,” ha ricordato Dante più tardi. Purtroppo, anche se l’amore governava la sua anima, ciò non escludeva l’incombenza della realtà. I due hanno parlato una volta, nove anni dopo il loro primo incontro, ma erano entrambi sposati con altre persone. Dante è rimasto innamorato di Beatrice per tutta la vita, anche dopo la sua morte, all’età di 24. E l’ha cantata nella Divina Commedia. Dopo la sua morte prematura, un personaggio di nome Beatrice diventa una delle anime beate del Paradiso. La fanciulla aiuta Dante narratore nel viaggio attraverso l’Inferno nell’Inferno, interviene come guida per il Dante narratore – personaggio nel Purgatorio, e conduce Dante personaggio (letteralmente) verso Dio nel Paradiso.

2 Charlotte Brontë

1434386552-1434386552_goodreads_misc

La vera storia. Nel 1842, Charlotte Brontë rimase con il professor Constantin Heger e sua moglie a Bruxelles. Lei era lì per studiare lingue, ma si è innamorata di quest’uomo, che era già sposato. Due anni più tardi, ha cominciato a scrivere al professore lettere d’amore: “Fuori dalla pienezza del cuore, la bocca parla e veramente trovo difficile essere allegra finché penso che non la vedrò mai più”. Heger strappò le lettere e le gettò nella spazzatura. Noi però conosciamo il contenuto di quelle lettere perché la moglie di Heger le ha tirate fuori e ha rimesso di nuovo insieme i vari pezzi. L’amore di Charlotte Brontë per Heger è diventato poi un romanzo. Lucy Snowe, l’eroina della Brontë in Villette, si innamora di un insegnante belga, ma quest’ultimo muore in un naufragio alla fine del romanzo. E poi c’è Jane Eyre, che trova il suo lieto fine, dopo essersi innamorata di un uomo la cui moglie soffriva di pazzia.

3 Johann Wolfgang von Goethe

1434386149-1434386149_goodreads_misc

La vera storia. E ‘una storia vecchia come il tempo. Un ragazzo incontra una ragazza. La ragazza si fidanza con vecchio amico del ragazzo. Il ragazzo, un po ‘a malincuore, acquista  le fedi. Per Goethe, la ragazza era sempre Charlotte Buff. Ha sposato il suo buon amico Johann Christian Kestner, un collezionista d’arte distinto e un buon diplomatico. Ne I dolori del giovane Werther, Goethe lasciò sfogare questa passione, dipanando una storia vagamente autobiografica su un uomo tormentato dall’amore non corrisposto per una donna impegnata di nome Lotte. Mentre il romanzo di Goethe l’ha catapultato verso la fama, la sua controparte letteraria non se l’è cavata molto bene. Il giovane Werther muore sparandosi alla testa, in uno dei più alti rifiuti romantici mai esistiti.

4 Charles Schulz

1434386238-1434386238_goodreads_misc

La vera storia. Dopo aver corteggiato Mae Johnson, la sua piccola collega dai capelli rossi, per mesi, Schulz ha trovato il coraggio di farsi avanti. Lei lo ha respinto e ha sposato il suo rivale poco dopo. “Nessuna perdita è emotivamente più dannosa che essere rifiutato da qualcuno che ami molto”, ha detto Schulz su tutta questa vicenda. “Una persona che si rivolge non solo verso il basso, ma quasi subito sposa il vincitore è davvero un colpo amaro”. I suoi personaggi hanno preso spunto da questa storia. Schulz aveva Johnson, Charlie Brown ha la ragazzina dai capelli rossi. Lo sventurato Peanuts, protagonista delle sue storie, è perdutamente innamorato del personaggio, gran parte invisibile, e vive sempre alla ricerca del coraggio di parlare con lei.

5 Ugo Foscolo

Foscolo

La vera storia. Intorno al 1795 Ugo Foscolo viene introdotto da un amico nei salotti delle nobildonne veneziane, tra cui quello della bella Isabella Teotochi Albrizzi già sposa di un altro uomo, prima grande passione amorosa del poeta. È però l”amore impossibile per Isabella Roncioni a dare vita ad alcune grandi delusioni e ad alcuni grandi temi delle sue opere, come Le ultime lettere di Jacopo Ortis o parti del Sesto tomo dell’io. Nell’Ortis, Jacopo, studente universitario dalle idee repubblicane, dopo essersi ritirato sui Colli Euganei, conosce Teresa, figlia del signor T., già promessa sposa ad un altro uomo. La sua frustrazione diventa ancora più amara quando viene a sapere dalla stessa Teresa che essa è infelice perché non ama Odoardo, al quale il padre l’ha promessa in sposa per questioni economiche, nonostante l’opposizione della madre, che ha perciò abbandonato la famiglia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.